Ristorante sardo

108 in Italia
La Sardegna è una regione tipicamente turistica, e ai turisti piace spesso assaporare le prelibatezze enogastronomiche della zona in cui trascorrono le vacanze: passare qualche ora in un tipico ristorante sardo, magari in un agriturismo, permette di scoprire tutti i sapori tipici di questa regione, divisa splendidamente tra mare e terra.

La cucina sarda è molto semplice e allo stesso tempo raffinata, molto variegata e legata indissolubilmente alle tradizioni contadine e pastorali, soprattutto familiari e della comunità. Un "melting pot" culinario che comprende piatti di terra e di mare, dolci a base di miele e pasta fatta in casa, il tutto preparato con ingredienti genuini e locali, dalla semola di grano duro alla carne ovina, passando per formaggi, pane e l'immancabile mirto, liquore simbolo di questa regione.

Ristorante sardo nella tua città

Le specialità tipiche sarde

Scegliere i migliori piatti tra le specialità sarde è davvero un compito arduo. Ecco una lista (sicuramente integrabile ulteriormente) delle ricette che meglio esprimono la cucina casalinga sarda:
  • il pane carasau, ancora oggi preparato nelle case di molte famiglie sarde, dall'inconfondibile forma a disco, sottile e croccante, a base di semola di grano duro, che può essere condito con olio e sale (pane guttiau) o arricchito con uova e pomodori (pane frattau);
  • i malloreddus, una pasta fresca preparata con semola, acqua e zafferano, a forma di conchiglia rigata. Noti anche come gnocchetti sardi, tradizionalmente sono serviti con burro e pecorino grattugiato, salsa di pomodoro o ragù d'agnello;
  • i culurgiones, ravioli sardi riconoscibili per la cucitura a spiga, preparati con farina di semola e farciti diversamente di provincia in provincia. Nelle zone montane il ripieno è composto da patate, pecorino, menta e aglio, mentre nella Sardegna meridionale si preferisce usare ricotta fresca, uova e zafferano;
  • le panadas, una torta salata che, come i culurgiones, viene farcita diversamente a seconda della zona. Il ripieno tradizionale è a base di anguille, pomodori secchi, aglio e prezzemolo, ma è molto apprezzata anche la versione vegetariana con piselli, carciofi o fave;
  • il porceddu, l'iconico maialino da latte arrostito allo spiedo, accudito con cura in ogni allevamento di suini della regione. Le caratteristiche principali di questo piatto sono la cottura lenta e l'aromatizzazione (in particolare con le foglie di mirto) che rendono la carne morbidissima;
  • le seadas, le regine dei dolci tipici sardi, grossi ravioli di pasta farciti di pecorino sardo fuso, scorza di limone o arancia, fritti nell'olio bollente e ricoperti di miele;
  • i papassinos, dolcetti friabili di frutta secca, soprattutto uva passa, preparati in occasione della ricorrenza di Ognissanti;
  • i pardulas, dolcetti di pasta frolla modellata a forma di cestino e farciti con formaggio fresco, uova, zafferano, zucchero e scorza di agrumi, cotti in forno e ricoperti di miele.

Ristorante sardo: ti potrebbe interessare

Trova il ristorante sardo più vicino a te su PagineGialle

Stai trascorrendo le tue vacanze a Villasimius e vuoi goderti una cenetta romantica in riva al mare? O stai esplorando l'interno dell'isola e stai cercano un ristorante sardo a Orgosolo? PagineGialle è il sistema più veloce per trovare il locale che fa per te. In pochi secondi, l'intuitivo motore di ricerca di PagineGialle genera una lista di tutti i ristoranti sardi di una determinata zona, con schede complete di indirizzi, numeri di telefono e le utili recensioni lasciate dagli altri utenti.

Ristorante Sardo: ricerche correlate