Ematologo

112 in Italia
Hai ritirato le analisi del sangue e hai riscontrato gravi alterazioni? Soffri di problemi che potrebbero essere di natura ematica? In questi casi dovresti rivolgerti ad uno specialista che si occupi proprio di disturbi legati al sangue, ovvero l'ematologo. Stai cercando un professionista nella tua zona? Fatti aiutare da Pagine Gialle!

Ematologo nella tua città

Cosa fa un ematologo

L'ematologo si occupa della diagnosi e della cura di tutte le malattie che riguardano il sangue e gli organi ematopoietici ( linfonodi, milza, fegato e midollo osseo). In base al tipo di disturbi che si trova ad affrontare, possiamo identificare due tipi di ematologi:

  • ematologo oncologo: si occupa di tumori che colpiscono i globuli bianchi che si trovano nei linfonodi oppure i progenitori delle cellule del sangue che si trovano nel midollo osseo. Parliamo quindi di leucemie, mielomi, neoplasie mieloproliferative croniche.
  • ematologo non oncologico: si occupa di disturbi e deficit di funzionalità dei globuli rossi (anemie), di talassemia e di disturbi relativi alle piastrine.

Quando consultare un ematologo

A consigliarti la visita da a un ematologo è solitamente il tuo medico di base, che potrebbe riconoscere dei sintomi legati a malattie del sangue oppure delle alterazioni preoccupanti nell'emocromo o nei test di coagulazione. Altre cause di un consulto potrebbero essere ingrossamento di linfonodi o aumento di volume della milza. Lo scopo di una visita ematologica è infatti proprio quello di indagare cause ed origine di alterazioni ematochimiche e di suggerire il percorso terapeutico migliore per il disturbo diagnosticato.

Ematologo: ti potrebbe interessare

Come funziona una visita ematologica

In vista di una visita ematologica, il paziente dovrà portare con sé tutti i documenti che rappresentano la sua storia clinica: analisi del sangue, lettere di dimissioni da ospedali e cliniche e referti di altre visite specialistiche effettuate. Dopo aver visionato tutti gli esami portati dal paziente, il medico procede con la visita vera e propria, che non dura solitamente più di 30 minuti.

I passaggi prevedono l'auscultazione del torace, la palpazione dei linfonodi superficiali (collo, ascelle ed inguine) e palpazione dell'addome. Per una migliore definizione del quadro clinico, potranno essere prescritti ulteriori accertamenti o esami.

Trova il tuo ematologo su Pagine Gialle

Stai cercando un ematologo a Caserta o Perugia? Consulta Pagine Gialle! Non dovrai fare altro che inserire le parole chiave legate alla tua ricerca nel nostro motore di ricerca e in pochi secondi potrai consultare decine di risultati! Le nostre mappe interattive ti permetteranno di localizzare tutti gli indirizzi presenti nella tua area, mentre le recensioni degli altri utenti saranno fondamentali per farti un'idea più precisa dei servizi offerti dagli specialisti più vicini a te.

Ematologo: ricerche correlate