Allergologi

129 in Italia
L'allergologia è quella branca della medicina che si occupa delle allergie: della prevenzione, ma anche e soprattutto della loro diagnosi e del loro trattamento.

La visita allergologica è il primo fondamentale passo per diagnosticare, per trattare e per monitorare un disturbo di tipo allergologico, e viene in genere prescritta dal medico curante al paziente che soffre di disturbi quali prurito agli occhi, eczema, naso chiuso o che cola, difficoltà respiratorie.

Sei in cerca di un centro allergologico in Toscana? O stai cercando magari il miglior centro allergologico per bambini, o il miglior ospedale d'allergologia a Torino? O, ancora, ti servono i recapiti del centro allergologico di Milano Niguarda? Cerca su PagineGialle il centro o la località di tuo interesse. Sul sito, la ricerca è facile e intuitiva. E le recensioni lasciate dagli utenti ti aiuteranno a valutare al meglio lo specialista a cui rivolgerti. 

Visita allergologica, come si svolge

Durante la prima visita allergologica, sarai chiamato a descrivere i tuoi sintomi. Siano questi oculari, cutanei, respiratori o gastrointestinali. L'allergologo procederà poi con l'esame obiettivo, che può limitarsi solo agli organi interessati (dall'apparato respiratorio alla cute) oppure estendersi a tutto il corpo. Se lo ritiene opportuno, specie in assenza di sintomi visibili durante la visita, potrà prescriverti i test per le allergie (o test cutanei): per individuare l'allergene responsabile della reazione allergica, e per impostare il trattamento, vengono impiegati allergeni inalanti in caso di sintomatologia respiratoria oppure alimenti, in caso ci sia il sospetto di un'allergia alimentare.

Una volta in possesso dei risultati, l'allergologo studierà la terapia più adatta. Terapia che consisterà nell'evitare il contatto con l'allergene "problematico" o, in caso questo non fosse possibile, nella somministrazione di farmaci antiallergici.

I test per le allergie

Test per le allergie, prove allergiche, test cutanei, prick test: comunque lo si chiami, l'esame consente di individuare qual è l'allergene (pelo animale, polline, veleno di insetto, acari, polvere, lattice, alimenti) che provoca il sintomo. In genere nella parte interna dell'avambraccio, con piccolissime punture di spillo viene somministrata al paziente una minima quantità degli allergeni sospetti. Se si verifica una reazione cutanea (pomfi, chiazze rosse, rush), con molta probabilità il paziente sarà allergico a quella sostanza.

La visita allergologica pediatrica

Individua su PagineGialle il miglior centro allergologico per bambini della tua zona: nel corso della visita allergologica pediatrica è possibile individuare le allergie del piccolo paziente, grazie all'impiego di specifici test indolori ed efficaci. Al bimbo verrà eseguito il prick test oppure il patch test che, indicato in caso di reazioni cutanee, consiste nell'applicazione sulla schiena di cerotti impregnati di sostanze allergizzanti. I test così effettuati conducono l'allergologo verso una diagnosi, e gli consentono di delineare la miglior terapia per il bambino in ragione dei suoi sintomi e della sua età.

Se soffri di una sintomatologia allergica, cerca su PagineGialle l'allergologo più vicino a casa tua: non solo troverai sul sito tutti i suoi recapiti, ma potrai leggere anche una breve descrizione della sua attività così da capire se fa davvero al caso tuo.





Allergologi nella tua città

Allergologi: ti potrebbe interessare

Allergologi: ricerche correlate