1. Home
  2. Salute
  3. Case di riposo

Casa protetta per anziani: cure, assistenza e tranquillità

La casa protetta è il luogo ideale per gli anziani che hanno bisogno di cure e assistenza personale continua. Ecco tutto quello che c'è da sapere

Case di riposo

E’ meglio scegliere una casa protetta per anziani o una casa di riposo? Al momento di prendere in considerazione una sistemazione sul lungo periodo per anziani che hanno bisogno di cure e assistenza personale, è bene valutare ogni tipo di soluzione per trovare quella che meglio di altre è in grado di rispondere alle esigenze del futuro ospite.

Cos’è una casa protetta?

La definizione di casa protetta per anziani non si discosta molto da quella di casa di riposo, né dalla cosiddetta casa albergo per anziani, ma ci sono delle importanti differenze.

Una casa protetta per anziani è in genere una struttura di tipo alberghiero che ospita un numero limitato di degenti, sistemati generalmente in camere singole con bagno privato.

Il personale di una casa protetta è in grado di assicurare diversi tipi di servizi tra cui la somministrazione di farmaci, la movimentazione dei pazienti, naturalmente la fornitura di un regime alimentare adeguato alle esigenze del singolo paziente nonché, eventualmente, la possibilità di compiere all’interno della struttura un percorso riabilitativo.

In genere vengono organizzate con una certa frequenza attività ricreative e culturali, ospitate nelle aree comuni della struttura.

A chi è destinata una casa protetta?

Una casa protetta per anziani è organizzata in maniera da assicurare assistenza adeguata a ospiti non autosufficienti, che quindi abbiano bisogno di essere seguiti con attenzione e costanza sia dal punto di vista socio – assistenziale sia dal punto di vista sanitario – riabilitativo: vengono anche chiamate RSA, cioè Residenze Sanitarie – Assistenziali. Proprio a causa del fatto che necessita di molto personale, una casa protetta ospita un numero limitato di pazienti, molto inferiore a quello degli ospiti di una comune casa di riposo.

Differenza tra casa protetta e casa di riposo

La differenza tra casa protetta e casa di riposo sta proprio nel livello di autosufficienza degli ospiti: nelle case di riposo prendono residenza quegli anziani che sono ancora parzialmente o totalmente autosufficienti e che hanno bisogno per lo più di trascorrere tempo assieme a coetanei per costruire delle relazioni sociali soddisfacenti. Un po’ come accade con i centri diurni per anziani, ma con delle differenze.

Per questo motivo le case di riposo sono talvolta chiamate case – albergo oppure case vacanze per anziani e non sono propriamente adatte per anziani affetti da patologie più invalidanti come ad esempio l’Alzheimer per cui ci sono strutture specifiche.

La normativa per le case protette

Le case protette per anziani devono sottostare a una serie di regole contenute all’interno di una apposita normativa. Essa prevede, per cominciare, che siano presenti nella struttura due addetti all’assistenza di base ogni sette pazienti. E’ inoltre prevista la presenza di un medico ogni 30 e un terapista ogni 60 ospiti.

 

Potrebbero interessarti anche