1. Home
  2. Salute
  3. Case di riposo

Come scegliere la casa di riposo per anziani

La scelta della casa di riposo per un anziano è fondamentale per garantirgli benessere e piccoli aiuti quotidiani: ecco qualche consiglio.

Case di riposo

Scegliere una casa di riposo per anziani, per una persona cara non è mai una scelta facile; ma quando un anziano non è più in grado di essere autosufficiente o non si ha la possibilità di accudirlo a casa, l’inserimento in una struttura che possa accoglierlo adeguatamente diventa una vera e propria necessità per poter rispondere nel migliore dei modi ad ogni sua necessità psicologica, fisica e materiale.  Non volete affidarvi all’assistenza domiciliare o ai centri diurni per anziani? Ecco una piccola guida che vi aiuterà a scegliere la casa di riposo  in base alle esigenze, al budget e alla tipologia di servizi desiderati.

Differenze tra casa di riposo, casa di cura e RSA

Qual è la differenza tra casa di riposo e RSA? E cosa si intende per casa di cura? Vediamo in dettaglio quali sono le caratteristiche di ognuna e qual è più indicata in basa alle condizioni della persona anziana.

  • Casa di riposo

La casa di riposo, chiamata anche casa soggiorno o casa-albergo, è una struttura che ospita persone anziane autosufficienti, o al massimo con lievi problemi di salute legati all’età, che non richiedono personale sanitario specializzato. È sempre dotata dei servizi sanitari per anziani basilari, di assistenza ambulatoriale ed il personale sociosanitario fornisce assistenza agli ospiti che ne hanno bisogno per la vestizione, l’igiene e tutte quelle attività quotidiane che possono essere facilitate con un piccolo aiuto. Può rivelarsi una buona soluzione per anziani soli, che in queste strutture possono condividere le giornate con altre persone nella stessa situazione e sentirsi dunque meno soli. Le camere sono normalmente doppie o singole, con bagno annesso, più o meno lussuose in base al tipo di struttura. Vengono sempre resi disponibili spazi comuni dove riunirsi, socializzare e dove vengono svolte attività ricreative, così come una mensa dove vengono serviti i pasti. Esistono case di riposo pubbliche e private, a quelle pubbliche si accede presentando domando all’ufficio dei Servizi Sociali Comunali, ed il pagamento viene calcolato in base al reddito annuo del cittadino.

  • Casa di cura

La casa di cura è molto simile ad una casa di riposo ma è adatta a persone anziane parzialmente autosufficienti, che hanno però problemi di salute che richiedono la supervisione di personale sanitario specializzato, poiché non è sufficiente la sola presenza di operatori assistenziali di sostegno alle attività quotidiane.

  • RSA

L’RSA è una struttura adatta ad anziani non autosufficienti, anche affetti da patologie gravi e degenerative, che necessitano di cure e assistenza sanitaria continua. Nell’RSA a differenza della casa di cura, il personale medico, gli infermieri e gli operatori assistenziali sono presenti 24 ore al giorno. Al momento dell’ingresso è importane accertarsi che l’ospite sia valutato dal personale medico della struttura e che venga definito un piano di assistenza individuale, in modo che vengano poi forniti sostegno ed interventi appropriati ai bisogni personali. Per le strutture pubbliche, che in questo caso sono molto rare, l’accesso deve essere richiesto, come per la casa di riposo, all’ufficio dei Servizi sociali del Comune. Mentre nelle strutture RSA convenzionate è possibile godere di una riduzione dei costi, poiché è generalmente prevista una quota a carico dell’ospite per i costi sociali e di vitto e alloggio, mentre del pagamento della quota sanitaria se ne occupa direttamente la Regione. Nelle strutture private non convenzionate il pagamento è totalmente a carico dell’ospite e dei parenti.

Importanti fattori di scelta

Oltre naturalmente a scegliere la struttura più adatta alle necessità dell’anziano è importante considerare altri fattori come:

  • Ubicazione della struttura: Meglio prediligerne una nelle vicinanze in modo che la persona non sia totalmente sradicata dalle sue abitudini e non accusi eccessivamente questo trasferimento forzato, soprattutto dal punto di vista psicologico.
  • Qualità del cibo: Il servizio di mensa deve fornire pasti nutrizionalmente adeguati e di buona qualità.
  • Attività di svago e contatti con il mondo esterno: Molto apprezzate dagli anziani sono le attività ludiche, di socializzazione e le visite di volontariato che alcuni enti del territorio organizzano proprio in queste strutture. Nella fase di scelta questo tipo di attività possono essere un’interessante discriminante.

Potrebbero interessarti anche