Guida di Guastalla: aziende, servizi e comuni

Guastalla si trova in Val Padana, poco distante dall’argine destro del Po. Appartiene alla provincia di Reggio Emilia, in Emilia-Romagna. È capoluogo dell'Unione di comuni della Bassa reggiana.
La città dista circa 30 chilometri da Reggio Emilia, Parma e Mantova.

Il centro abitato di Guastalla risale all'epoca Etrusca, ma è nell’Alto Medioevo che il nome della città viene citato per la prima volta in documenti storici, quando Ludovico II, detto il Giovane, re d'Italia dall'850 (titolo usato nel Medioevo per definire gli imperatori del Sacro Romano Impero) dona alla consorte Angilberga Guastalla, il bastione longobardo fortificato “wardistall” che in longobardo significa "posto di guardia". 

Anche se rispetto al secolo scorso l’agricoltura ha perso vantaggio rispetto alle industrie, tuttora conserva un ruolo importante nell’economia di Guastalla. Nella zona vengono coltivati cereali, frumento, foraggi, ortaggi, frutteti e vigneti. Anche l’allevamento riveste un ruolo rilevante, sul territorio si allevano bovini, suini, ovini e avicoli. 

Nel settore industriale predominano l’industria metalmeccanica e quella alimentare. Seguono aziende edili, tessili, di abbigliamento, di stampa, del legno, dei mobili. Si fabbricano, inoltre, apparecchiature elettriche, rimorchi e carrozzerie per autoveicoli. Sul territorio sono presenti produttori e distributori di gas ed energia elettrica. 

Le ricerche più frequenti di Guastalla

Cosa vedere a Guastalla

Durante il Medioevo, Guastalla era una delle città fortificate più importanti dell’epoca e ancora oggi, nel suo centro storico vi sono le testimonianze dei suoi antichi splendori. Nella zona più antica della città si trovano edifici tipici del Rinascimento: palazzi nobiliari, la residenza dei duchi, chiese e i resti delle fortificazioni racchiuse da un’area verde.
  • Palazzo Ducale: il palazzo Ducale risale al 1567 è stato in gran parte ricostruito, ospita il Museo Cittadino.
  • Municipio: la sua costruzione inizia nella prima metà del Quattrocento e viene terminato dai Gonzaga nel Cinquecento.
  • Torre Civica: sorge sul luogo dove una volta c’era una rocca trecentesca rasa al suolo dagli spagnoli nel 1689. La costruzione della torre iniziò nel 1723 secondo il progetto dell’architetto parmense Cristoforo Trivellino e terminò nel 1732. L'edificio è alto circa 40 metri e per edificarlo sono stati usati i materiali appartenuti alla vecchia rocca dei Torelli.
  • Teatro Comunale: risale al 1671 ed è in stile neoclassico.
  • Concattedrale di San Pietro Apostolo: è un’opera cinquecentesca costruita dall’architetto Francesco Capriani da Volterra, la facciata dell’edificio è stata realizzata due secoli dopo.
  • Santuario della Beata Vergine della Porta: seicentesco e in stile barocco, è stato progettato dall'architetto Prospero Mattioli per volere del Duca Vincenzo Gonzaga. 
  • Ex chiesa di San Francesco: costruita nel 1606 su disegno del conte Ferrante II Gonzaga. Nel ventunesimo secolo diventa una sala adibita a mostre.

Eventi sul Po

Georgica: Festa della Terra, delle Acque e del Lavoro nei campi. Organizzata ogni anno a Lido del Po, è ideale per gli amanti della cultura del verde poiché ha l’obiettivo di far conoscere le bellezze e la cultura del territorio.
Durante l’evento si svolgono:
  • una mostra mercato di diverse varietà di frutti, fiori, ortaggi e sementi,
  • una mostra di animali rurali di “bassa corte”,
  • una mostra mercato di prodotti enogastronomici tipici e dimenticati

Le località più cercate