1. Home
  2. Shopping
  3. Abiti da cerimonia

I consigli per scegliere il secondo abito da sposa ideale

Il secondo abito da sposa, chiamato anche Reception Dress, va scelto con cura per non sbagliare. Continuate a leggere per i sapere per sceglierlo al meglio

Abiti da cerimonia

Si chiama reception dress ed è il secondo abito da sposa che le spose sfoggiano durante il ricevimento. Possiamo considerarla una nuova moda o un vezzo, ma si tratta di una tendenza sempre più in voga, tanto da essere stata adottata anche da Chiara Ferragni e Meghan Markle.
Ecco, allora, perché acquistare un secondo vestito da sposa e come sceglierlo.

Che cos’è il reception dress

Reception dress è il termine inglese con cui viene indicato il secondo abito da sposa, indicando già la funzione che avrà dopo la cerimonia.

L’abito da cerimonia, infatti, è quello che trasformerà la sposa nella principessa che ha sempre desiderato diventare: ideale per la funzione religiosa o civile, per restare immortalato nelle foto e nelle riprese del giorno più romantico dei suoi sogni, non è detto che sia sempre altrettanto comodo.

A volte un po’ castigato, altre leggermente esagerato per la quantità di pizzi e balze, ma sempre perfetto per mettere in risalto la silhouette, è un abito importante. Grazie a questo la sposa conserverà il ricordo tangibile del sogno diventato realtà.

Tuttavia, terminata la cerimonia il desiderio è di liberarsi dei metri di strascico del vestito da sposa scelto, e a meno che non sia possibile farlo senza rovinare l’abito, l’unica soluzione è cambiarlo.
Ed ecco, allora, che arriva lui: osare con una trasformazione vera e propria, indossando un abito colorato di tendenza, magari anche low cost, e sfoggiarlo durante il ballo per lasciare tutti a bocca aperta, è il risultato che otterrete.

Come scegliere il secondo abito da sposa

È possibile per questa occasione lasciare correre la fantasia e scegliere l’abito di moda che più si desidera o seguire l’esempio di due donne che hanno fatto parlare molto di sé per la loro scelta. Parliamo di due icone di stile ovvero Chiara Ferragni e Meghan Markle.

La prima ha optato per un abito disegnato da Maria Grazia Chiuri, direttrice creativa della maison Dior, impreziosito di particolari della sua storia d’amore personale. Infatti, la gonna vaporosa è stata ricamata a mano con frasi della canzone Favorisca i sentimenti di Fedez, famosa per essere diventata la proposta di matrimonio durante il concerto, e impreziosita di disegni di luoghi ed elementi dei loro simboli d’amore.

La seconda ha scelto, per il suo matrimonio reale, un modello a sirena in crèpe di seta allacciato al collo disegnato dalla stilista Stella McCartney. Un abito sensuale in totale distacco dal primo indossato per la cerimonia religiosa, elegante e sofisticato come tradizione vuole.

Due abiti da sposa diversi tra loro come le protagoniste che li hanno vestiti, perché ancora più del primo abito da sposa, il secondo può essere caratterizzato e reso unico dalla personalità della sposa.

Per questo motivo consigliamo uno spumeggiante abito da ballerina per chi si lancerà in sfrenate danze; un elegante abito da cocktail per chi si aggirerà tra i tavoli degli invitati; o uno dei mille altri possibili per rendere unico e indimenticabile il party post matrimonio e conservare senza strappi o macchie il delicato abito da sposa.

Cambio abito da sposa: il galateo

Ma che cosa dice il galateo a proposito del cambio dell’abito da sposa? Esiste un vero e proprio codice di comportamento in proposito.

  • Se la festa si svolge di giorno è meglio indossare un outfit luminoso e brioso, non troppo impreziosito da elementi tipici dei vestiti da sera.
  • Se la festa è, invece, serale, si può osare di più: lasciare scintillare i gioielli e impreziosire il look di colori più scuri regala un ottimo risultato.

Ci sono regole anche per le lunghezze dell’abito. A seconda dell’orario del ricevimento è infatti consigliabile utilizzare un secondo abito da sposa corto: durante il giorno è apprezzabile una lunghezza al ginocchio, dalle 18 in poi invece è d’uso un abito lungo ai piedi.

Potrebbero interessarti anche