1. Home
  2. Food
  3. Carne e salumi

Si può congelare la carne sottovuoto?

Si può congelare una carne, bianca o rossa, già messa sottovuoto? Ecco tutto quello che devi sapere a riguardo

Carne e salumi

Molto spesso capita di ritrovarsi in casa una quantità di alimenti maggiore di quella da consumare nella giornata. Un’offerta speciale del supermercato, l’inganno del shelf marketing oppure una cena saltata all’improvviso possono essere motivi per i quali si finisce per avere troppo cibo e non sapere come conservarlo. L’avvento dei congelatori domestici ha sicuramente risolto molti problemi, ma è importante sapere come e per quanto tempo congelare gli alimenti per poterli mangiare senza alterazioni nel gusto o nella composizione.

In questo senso, uno degli alimenti sui quali più spesso sorgono dubbi è la carne: cerchiamo di capire in quest’articolo se la carne sottovuoto si può congelare e se tale modalità di conservazione è migliore di un congelamento classico senza sottovuoto.

Cosa avviene durante il congelamento?

Innanzitutto, vediamo quali sono le caratteristiche del congelamento e perché questa modalità di conservazione dei cibi è così utilizzata. Il congelamento è un procedimento in cui il cibo viene portato a una temperatura molto bassa, al fine di far solidificare l’acqua contenuta al suo interno e annullare o rallentare i processi enzimatici. Nel congelamento domestico, le temperature sono superiori ai -20 gradi e ciò comporta la formazione di pochi cristalli di grandi dimensioni che danneggiano le cellule dell’alimento e che, nel lungo periodo, possono rovinarne il sapore.

Discorso diverso avviene, invece, nel congelamento rapido con temperature di -30 o -50 gradi, se non addirittura inferiori, in cui si creano tanti cristalli di dimensioni più piccole. In questo caso, le cellule non vengono danneggiate e l’alimento surgelato può conservare al meglio la sua composizione interna.

Conservazione di alimenti sottovuoto nel congelatore: cosa accade

Quando congeliamo un alimento come la carne nel congelatore domestico, può capitare di trovare macchie di colore diverso in alcuni punti del prodotto. Ciò è dovuto a una disidratazione superficiale legata all’aria secca contenuta nel congelatore stesso, che può agire sulle proteine della carne. Eliminando quanta più aria possibile dal sacchetto utilizzato per congelare, il processo di disidratazione viene ridotto e si ottiene una migliore conservazione del prodotto.

L’idea che sta alla base del sottovuoto è proprio questa: eliminare del tutto l’aria, quindi privare l’alimento dell’ossigeno, creando un ambiente inospitale per batteri e muffe. Conservare la carne sottovuoto congelata è dunque una soluzione valida e intelligente per allungarne i tempi di conservazione e ridurre al minimo i rischi di deperimento e di alterazioni del gusto.

Conservazione della carne sotto vuoto in congelatore: un metodo sicuro

La conservazione della carne sotto vuoto nel congelatore domestico è dunque un’ottima scelta per limitare i problemi che potrebbero sorgere dal fatto di ricorrere a un congelamento di tipo lento. Se, come detto, questo può provocare danni alle cellule dell’alimento, con il sottovuoto il rischio è ridotto al minimo, se non annullato; le carni bianche o rosse conservano al meglio tutte le loro proprietà.

La completa eliminazione dell’aria dalla busta che contiene la carne fa sì che il prodotto non si alteri e che, soprattutto, non vi sia alcun rischio di formazione di batteri e muffe, anche potenzialmente pericolosi.

Tempi di conservazione della carne sottovuoto congelata

Oltre a ciò, è poi importante notare come la carne sottovuoto congelata si mantenga più a lungo rispetto a quella congelata senza sottovuoto, e questo accade anche in caso di conservazione in frigorifero. Per esempio:

  • le carni possono essere conservate 2-3 giorni in frigo senza sottovuoto e fino a 6-8 giorni con sottovuoto, mentre in congelatore si va dai 3-5 mesi senza sottovuoto ai 10-15 mesi con sottovuoto;
  • per il pesce si va da 1-3 giorni in frigo senza sottovuoto a 4-6 giorni con sottovuoto, mentre in congelatore si passa dai 2-3 mesi senza sottovuoto ai 9-12 mesi con sottovuoto;

anche per i salumi e gli insaccati, inoltre, il sottovuoto prolunga i tempi di conservazione in frigo:

  • dai 3-5 giorni senza sottovuoto ai 15-20 giorni con sottovuoto per i salumi affettati;
  • dai 15-20 giorni senza sottovuoto ai 150-180 giorni con sottovuoto per i salumi stagionati.

Se, dunque, vi state chiedendo se la carne sottovuoto si può congelare, la risposta è sicuramente affermativa: tale procedimento è possibile ed è consigliato sia in termini di durata della conservazione che di abbattimento dei rischi per la salute.

Potrebbero interessarti anche