1. Home
  2. Food
  3. Idee per la spesa

Cibi surgelati: perché consumarli e quando evitarli

I cibi surgelati sono oggetto di controversie: meglio di sì o meglio evitarli? Ecco quali sono i principali vantaggi e i rischi dell'utilizzo degli alimenti surgelati

Idee per la spesa

I cibi surgelati sono sempre più presenti nella nostra alimentazione: comodi per i ritmi di vita odierna, consentono di preparare la cena in maniera semplice e veloce e avere sempre a disposizione, ad esempio, pesci azzurri in mancanza di pescherie vicine. Ci sono molti dibattiti attorno a questa tipologia di alimenti realizzati su scala industriale: sono numerosi gli studi e le ricerche che ne mostrano gli effetti dannosi per la salute umana.

Cibi surgelati: i vantaggi

Consumare cibi surgelati consente alle persone di preparare velocemente i piatti. Ma non è l’unico vantaggio, visto che nella maggior parte dei casi, questa tipologia di alimenti conserva le caratteristiche dei cibi freschi. La verdura ne è un esempio perfetto: sugli ortaggi il processo di surgelamento diminuisce l’azione di enzimi e batteri che deteriorano rapidamente il prodotto fresco. Quindi la verdura surgelata può paradossalmente essere più integra di quella fresca. Comunque importante è preferire frutta e verdura di stagione.

Tutti i cibi surgelati mantengono la freschezza e la fragranza del prodotto appena raccolto. Inoltre, durante il congelamento, alcune pro-vitamine si trasformano in vitamine, migliorando addirittura l’apporto alimentare del prodotto, senza utilizzare conservanti.

Un altro motivo per scegliere gli alimenti surgelati è la possibilità di trovare qualsiasi prodotto in tavola. Se d’inverno avessimo voglia di consumare un ortaggio prettamente estivo e questo è stato surgelato, allora lo possiamo fare senza problemi.

Questi cibi hanno anche un prezzo molto competitivo, perché non sono soggetti alle oscillazioni stagionali e sono reperibili tutto l’anno. Li possiamo trovare ovunque e sono ordinabili anche online, grazie ai servizi di consegna a domicilio.

Ultimo motivo, ma molto importante, per cui consumare surgelati è vantaggioso, sta nella sicurezza che offre il processo di surgelamento. Gli alimenti sono portati ad una temperatura al di sotto dei -18° e devono essere di buona qualità e appena raccolti o freschi. I cibi che possono essere congelati in sicurezza sono tutti i legumi, la pizza non cotta, il pesce fresco, le carni appena macellate, la pasta fresca fatta in casa, il pane. Assolutamente da non surgelare le lattughe, i pomodori e la frutta.

Cibi surgelati: gli svantaggi

Esistono ovviamente anche dei lati negativi per i cibi surgelati. È necessario prestare attenzione alla catena del freddo: se interrotta può danneggiare lo stato dell’alimento e provocare la perdita delle proprietà nutritive. Una volta scongelati, i cibi devono essere consumati entro poche ore.

Ci sono poi alcuni pesci, come ad esempio lo sgombro e il salmone, che purtroppo perdono gran parte delle loro qualità benefiche una volta surgelati. Lo stesso discorso non vale invece per la carne fresca, l’impatto in questo caso è minimo.

Cibi surgelati: conclusioni

Fate molta attenzione a non scongelare e poi ricongelare un prodotto, la sua qualità ne risente parecchio. Il surgelamento forma dei piccoli cristalli di ghiaccio che diventano acqua una volta scongelati e, se vengono ricongelati, aumentano di volume e rompono le membrane cellulari. Usare i surgelati in cucina è sicuro e conveniente da molti punti di vista e, a volte, la loro qualità supera persino quella dei prodotti freschi. Ecco come fare la spesa in modo “intelligente”!

Potrebbero interessarti anche