Oratorio

430 in Italia
Nel linguaggio moderno, l'oratorio viene in genere chiamato centro giovanile: si tratta di un edificio destinato alla pastorale giovanile della Chiesa Cattolica, in cui operano animatori che educano i più giovani alle fede cristiana. Molto più spesso, in realtà, l'oratorio è il luogo in cui bambini e ragazzi si trovano per giocare, spesso a pallone o a calcio balilla, e trascorrono l'estate (nei mesi di giugno-luglio, gli oratori si trasformano in genere in centri estivi).

Stai cercando un oratorio a Bergamo, a Napoli o in qualsiasi altra città d'Italia? Con PagineGialle trovarlo è semplicissimo: ti basta digitare la località di tuo interesse per visualizzare gli oratori più vicini, con tutti i recapiti utili a contattarli e gli indirizzi per raggiungerli. La mappa interattiva ti permetterà di farti una chiara idea della loro localizzazione, e le opinioni degli altri utenti ti guideranno nella scelta.

Oratorio nella tua città

Che cos'è un oratorio?

In origine, gli oratori erano luoghi di culto. Poi, nel 1550, nacque il concetto di oratorio moderno: lo creò san Filippo Neri, con la volontà di riunire religiosi e laici in un vincolo di mutua carità. La vera "rivoluzione" si ebbe però nell'Ottocento, con Giovanni Bosco: da don Bosco in poi, gli oratori divennero veri e propri luoghi di formazione religiosa e umana. Nell'epoca moderna, e più precisamente nel 2001, una serie di provvedimenti legislativi nazionali e regionali ha riconosciuto la funzione sociale ed educativa degli oratori, e ne ha promosso la ristrutturazione e la costruzione.

In genere, gli oratori sorgono nei pressi della chiesa parrocchiale e dispongono di diversi spazi: impianti sportivi all'aperto (campo da calcio, campo da basket), sale giochi, locali per la catechesi, bar, talvolta vantano persino una cucina, un cinema e un teatro. Sono gestiti dal parroco e dai volontari, ma nelle strutture più grandi si può trovare anche un curato.

Le attività dell'oratorio

La storia degli oratori è legata a doppio filo alla storia del calcio: sono numerose le squadre di paese nate proprio in un contesto parrocchiale e numerosi i calciatori famosi ad aver tirato in oratorio i primi calci. Tuttavia, non essendo centri sportivi, gli oratori propongono un calcio ricreativo, senza ambizioni. 

Luogo per eccellenza del calcio balilla, l'oratorio propone diverse attività: teatro, musica, sagre, catechesi per bambini e per adulti, incontri. E poi attività di accompagnamento allo studio, giochi, laboratori, attività di volontariato. Ci sono oratori con una propria compagnia teatrale e musicale, altri sono sedi di gruppi Scout. Tutti, o quasi, si fanno particolarmente vivaci durante l'estate, quando vi vengono organizzati campi estivi e GREST (GRuppo ESTivo).

Trova subito su PagineGialle l'oratorio più vicino a casa tua!

Domande frequenti - Oratorio

Cosa fare in oratorio? 
L'oratorio è un luogo di aggregazione nel quale si possono svolgere numerose attività tra cui sport di squadra o individuali, giochi da tavolo o di ruolo, oltre ad attività formative. 

Cos'è l'oratorio salesiano? 
Gli oratori Salesiani sono nati dall'idea di Don Bosco di creare spazi in cui far crescere i giovani a livello sociale ed educativo. Sono numerosi gli oratori salesiani presenti in tutta Italia. 

Dove nasce l'oratorio? 
Il primo oratorio moderno è nato nel 1550 da San Filippo Neri con l'obiettivo di creare una comunità composta sia da religiosi che da laici unita da un vincolo di mutua carità. Solo in seguito è diventato anche un luogo di aggregazione. 

Come trovare la parrocchia di appartenenza? 
La parrocchia di appartenenza è quella in cui si sono svolti i sacramenti e quindi, è presente anche tutta la relativa documentazione. In alternativa si considera di appartenenza anche quella situata nel luogo di residenza. 

Oratorio: ricerche correlate