1. Home
  2. Viaggi
  3. Agenzie viaggi

Decreto green pass: dal 1° luglio certificazione valida in Europa

Il Decreto Green Pass sancisce la validità della certificazione digitale in tutta Europa. Ecco tutti gli aggiornamenti.

07-07-2021

Agenzie viaggi

Finalmente è arrivato e si presenta come una novità particolarmente significativa non solo per la ripresa ma anche per il turismo. Il nuovo decreto green pass è infatti stato promulgato il 17 giugno 2021, grazie all’approvazione del Presidente del Consiglio.
Attraverso il nuovo Dpcm green pass potranno essere attuate le norme già in precedenza inserite nel Regolamento dell’Unione Europea sul Certificato digitale Covid, che è entrato in vigore dal 1° luglio, ampliando la possibilità di movimenti oltre i confini nazionali e in tutta l’Unione Europea.
Il decreto green pass Draghi non si presenta, dunque, come una novità assoluta ma un ulteriore passo verso la normalizzazione, in modo da permettere la ripartenza e gli spostamenti.
Una boccata d’aria fresca che tutti attendevano da molto tempo e che ora, finalmente, sembra potersi realizzare anche grazie alla campagna vaccinale.

Green pass europeo: che cos’è

Il green pass europeo è una certificazione che completa i green pass nazionali, estendendo la possibilità di spostamento al di fuori dei confini nazionali dal 1° luglio.
Attualmente è attiva anche la certificazione verde sul territorio nazionale e consente di spostarsi tra regioni in zona rossa o arancione, di partecipare ad alcuni eventi come i matrimoni e di visitare i parenti ricoverati nelle RSA.
La certificazione può essere rilasciata a seguito di:

  • vaccinazione contro il covid-19: per chi ha avuto solo la prima dose la validità del certificato inizia dopo 15 giorni, e dura per nove mesi a partire dalla seconda dose;
  • contagio da covid-19 e successiva guarigione: in tal caso la validità è di sei mesi a partire dalla data in cui è stato fatto il tampone negativo;
  • test molecolare o antigenico rapido che riporti un risultato negativo al covid-19: in questo caso la validità del green pass è di sole 48 ore.

Come avere il green pass europeo

Il decreto green pass ha fornito anche alcune preziose informazioni su come ottenere la certificazione e a chi rivolgersi. Se si è in possesso dei requisiti per il green pass, ci sono diversi metodi per il rilascio.

  • È stato attivato un sito web ad hoc all’indirizzo dgc.gov.it, al quale è possibile accedere tramite tessera sanitaria o Spid: qui saranno inserite tutte le vaccinazioni fatte fino al 17 giugno. Si specifica che saranno caricate entro il 28 giugno. Pertanto, chi non le trovasse ancora, non deve preoccuparsi, in quanto sono in fase di caricamento.
  • Man mano che verranno effettuate le successive vaccinazioni, le informazioni verranno aggiornate sulla piattaforma digitale, in modo che il green pass si trasformi in EU digital COVID certificate e consenta gli spostamenti in Europa senza richiedere quarantena.
  • Anche nelle app digitali Immuni e Io è possibile ottenere la medesima certificazione, grazie al nullaosta rilasciato la settimana scorsa dal Garante della Privacy.
  • Le certificazioni sono stampabili. Di conseguenza, oltre alla versione digitale, è possibile avere una versione cartacea da portare con sé, con le stesse modalità già attuate durante il lockdown con le autodichiarazioni. Nel green pass è contenuto un qr code che permette di vedere rapidamente la situazione del soggetto.
  • Chi non ha possibilità di accedere in modo digitale alle certificazioni può chiedere il rilascio del green pass al proprio medico della mutua, al pediatra o in farmacia. In tal caso è sufficiente esibire la propria tessera sanitaria.

Potrebbero interessarti anche