1. Home
  2. Shopping
  3. Tecnologia

Sogni uno schermo TV curvo? Ecco tutti i pro e i contro

La TV curva è la nuova frontiera dello stile per gli amanti del cinema: ecco quali sono i vantaggi e gli svantaggi per chi vorrebbe acquistarlo

Tecnologia

Il televisore ormai è una presenza costante nel salotto di qualsiasi famiglia, regalando momenti di felicità condivisa davanti al proprio film preferito, magari sorseggiando una buona tisana rilassante accoccolati sul divano. Gli amanti dei film, dei documentari e dello sport desiderano sempre nuovi modelli di ultima generazione: ecco quali sono i vantaggi e gli svantaggi di un TV curvo e quando vale la pena acquistarlo.

TV curvo: pro e contro da conoscere prima dell’acquisto

Chiunque sia esperto di televisori sa che il primo elemento che salta all’occhio è lo schermo. Il TV curvo è stato progettato qualche anno fa con l’obiettivo di avvolgere completamente lo spettatore, facendolo sentire parte integrante della storia che sta guardando. Ma TV curvo sì o no?

Ecco quali sono i principali vantaggi del TV curvo:

  • il primo pro è sicuramente che garantisce una maggiore immersione dentro al film o alla competizione sportiva che si sta guardando tanto più se a casa possediamo un impianto home cinema. L’idea alla base di questo prodotto è che curvando l’immagine leggermente in avanti, il TV avvolga di più lo spettatore, offrendo più visione periferica;
  • piegare i bordi dell’immagine verso lo spettatore, lo fa sentire come se stesse vedendo un’immagine più ampia rispetto a quella che si vede su un normale schermo piatto;
  • un TV curvo a parete concentra la luce proveniente dallo schermo e la trasmette più direttamente verso gli occhi dello spettatore, fornendo un maggiore contrasto rispetto agli altri schermi;
  • conferisce un maggiore senso di profondità, dando quasi allo spettatore l’impressione di guardare uno schermo 3D;
  • infine, dal punto di vista del design, il TV curvo è esteticamente molto bello e curato, diventando anche un ottimo complemento d’arredo per la casa.

Chi desidera acquistare questo prodotto può vedere che i pro della scelta sono molti, ma bisogna prestare attenzione anche agli svantaggi del TV curvo:

  • se il soggiorno in cui viene posizionato ha molte fonti di luce, la curva dello schermo, così come quella dei pc da gaming, può causare dei riflessi fastidiosi, quindi bisogna ponderare con attenzione la posizione in cui metterlo;
  • da una parte la curva impedisce la riduzione del contrasto e dei colori da una visualizzazione fuori asse, dall’altra può influenzare negativamente la geometria dell’immagine;
  • per poter godere di tutti i vantaggi precedentemente elencati, è fondamentale sedersi proprio di fronte allo schermo, alla giusta distanza, o la visione non sarà così perfetta;
  • infine gli schermi curvi hanno bisogno di essere grandi, per questo motivo i prezzi del TV curvo sono sicuramente molto più elevati rispetto a quelli di altri prodotti. Il costo parte circa da 400 euro, ma solitamente si aggira almeno intorno ai 600 euro per uno schermo di dimensioni medie;

Alla domanda TV curvo o piatto non esiste una risposta unica, ma quello che conta è valutare il proprio budget di acquisto (come per i computer usati) e quali sono le caratteristiche a cui proprio non si vuole rinunciare. Il TV curvo è perfetto per chi ha spazio a disposizione e può posizionarlo sulla parete di una stanza con condizioni di luce naturale e artificiale corrette: in questo modo si potrà beneficiare a pieno dei suoi vantaggi, diventando i protagonisti di nuove e indimenticabili avventure cinematografiche e sportive, insieme a famiglia e amici.

Potrebbero interessarti anche