1. Home
  2. Shopping
  3. Usato

Computer usati: come acquistarli evitando spiacevoli sorprese

Oggi molti privati e negozi fisici e online vendono computer usati. Ecco i nostri consigli per valutare lo stato delle varie componenti e fare acquisti sicuri e duraturi.

Usato

Ormai l’acquisto di un pc non rappresenta più un grande problema di soldi: grazie infatti ai computer ricondizionati, si possono trovare tantissimi notebook usati a prezzi stracciati. L’offerta infatti è così varia che può risultare addirittura una sfida riuscire a trovare quello adatto alle nostre esigenze, a un prezzo adeguato. Sicuramente non rappresenta la prima scelta per coloro che con il pc, ci lavorano: ma se vi serve solo per guardare film o serie tv online, scrivere documenti semplici o ascoltare la musica, allora dei portatili usati rappresentano la scelta giusta. I fattori da tenere in considerazione comunque sono vari. Innanzitutto, il prezzo, punto cardine per questo tipo di acquisto.

Rispetto quindi al proprio budget, bisogna fare attenzione a cosa potrebbe sembrare vantaggioso: oltre infatti ai possibili graffi o ammaccature della superficie, un pc potrebbe non essere più in garanzia, o presentare delle ripercussioni dell’usura e del tempo, oltre alla possibilità dell’insorgere di semplici malfunzionamenti. Bisogna quindi tenere a mente sempre l’uso per il quale è destinato: ad esempio se si hanno necessità prettamente grafiche come nel caso dei pc da gaming, una scheda apposita economica non fornirà prestazioni adeguate a un lavoro professionale; allo stesso modo, per calcoli particolarmente complessi, un processore di fascia bassa non sarà adeguato. In ogni caso, è naturale che se si acquista un pc più costoso con più performance, durerà più a lungo durante gli anni, proprio perché i sistemi operativi diventano più complessi, e non riescono quindi ad “appoggiarsi” su computer datati. Senza contare le conseguenze dell’utilizzo di pc montati con componenti datate, con display che possono causare effetti negativi come la miopia da schermo.

Quindi, a cosa bisogna fare attenzione quando si vogliono comprare dei pc portatili usati?

Il disco fisso e la RAM

Per quanto riguarda il disco fisso, il consiglio è quello di optare per un disco a stato solido, anche detto SSD: anche se costa di più infatti, in realtà questo vi permette di avere una riduzione dei tempi di avvio del computer, un miglioramento delle prestazioni del 20-25% e avere quindi tempi di reazione più immediati. Nei pc datati in realtà, è facile trovare il classico Hard Disk, ovvero HDD, che parte dai 500 gb fino ad arrivare ai 2 TB. È sconsigliabile quindi quest’ultimo tipo di disco fisso, anche se vi potrebbe attirare per il prezzo ridotto.

La RAM invece è la memoria che, se dosata la giusta quantità, vi permette di utilizzare il computer senza problemi, evitando di acquistare pc lenti. Quindi, 4 GB andranno bene per uso comune, con 8 GB sarete ancora più tranquilli se utilizzate programmi elaborati e li tenete sempre aperti in contemporanea. Ciò vale soprattutto per i pc da gaming che possono essere assemblati tenendo conto di queste caratteristiche, in modo da aumentarne le funzionalità.

L’autonomia

L’utente medio non si preoccupa più di tanto dell’autonomia del proprio pc: se non lo utilizza per lavoro infatti, non avrà problemi nel metterlo in carica quando non lo utilizza. Per i professionisti invece, risulta essere un fattore molto importante. Per questo i notebook professionali garantiscono un’autonomia maggiore. In tal caso però, la configurazione non viene adattata semplicemente all’acquisto di una batteria più potente. Esistono infatti ormai diverse tecnologie idonee a ridurre i consumi. Viene offerta quindi una CPU d’equilibrio tra l’autonomia e le necessità di prestazione.

Espandibilità

Per molti il fattore cruciale che guida la scelta nell’acquisto, l’espandibilità dei computer usati è molto importante da considerare. Infatti, questa può allungare la vita a un prodotto, non costringendovi a cambiare pc a distanza di pochi anni. Per questo alcuni notebook hanno la possibilità di aggiungere ulteriore spazio a quello già interno, grazie a delle schede di memoria SSD, piccole e veloci. In ogni caso, aggiornare la RAM o sostituire l’hard disk non è troppo complicato, basta affidarsi al giusto professionista.

La Tastiera

Ultima, ma non meno importante, è la valutazione di una tastiera adeguata. Probabilmente siamo sempre stati abituati alle tastiere con i tasti grossi e alti, dei computer di alcuni anni fa. Per questo non facciamo caso al tipo di tastiera di un pc. Ma in realtà, provandone diversi, si può scoprire un mondo. Esistono infatti lacune tastiere che, a seconda della pressione, contribuiscono alla precisione della digitazione, oltre che al comfort stesso di utilizzo. In alcuni casi, può risultare ancora più comoda una tastiera con i tasti bassi rispetto a quelli alti.

Potrebbero interessarti anche