1. Home
  2. Bellezza
  3. Centri benessere

Pedicure curativo: quello che c'è da sapere per piedi perfetti

Il pedicure curativo non si limita alla cura estetica del piede, ma va ad agire anche contro inestetismi più seri: ecco in cosa consiste.

Centri benessere

I piedi sono una parte del corpo fondamentale, che spesso viene trascurata. Costretti in calze e scarpe di tutti i tipi, stress quotidiani e camminate costanti, non sempre viene dedicato il giusto tempo alla loro cura.

Ma la bella stagione sta arrivando e con le scarpe aperte iniziamo ad accorgersi che qualcosa non sempre va nella pelle dei nostri piedi. Ecco che il pedicure curativo è un’ottima soluzione per la pelle dei talloni screpolata, calli, duroni e vesciche. Ma come funziona? Andiamo a scoprirne di più.

Che cos’è il pedicure curativo

Il pedicure curativo è un trattamento specifico che serve a rendere i nostri piedi belli e sani, soprattutto in vista dell’estate, e mira a risolvere piccoli problemi dei piedi che però non sono di pertinenza medica. Pensiamo a tutti quei fastidi che affliggono le estremità dei nostri arti inferiori, come: unghie incarnite, calli o duroni.

La procedura è molto simile a quella del pedicure estetico, ma con l’aggiunta del trattamento di calli e duroni. Grazie a strumenti specifici, l’estetista rimuoverà queste ipercheratosi cutanee delicatamente, in modo da non originare fastidi o irritazioni della pelle. La riduzione dell’ipercheratosi avviene in maniera diversa a seconda della tecnica usata dall’estetista ma anche della collocazione e della natura del callo.

Se i calli sono, però, molto profondi, è meglio procedere con un pedicure effettuato da un podologo, che può utilizzare strumenti più incisivi come il bisturi, le sgorbie di varie misure, il micromotore oppure la turbina. Anche nei casi di unghie incarnite profonde, infezioni dovute a ferite e vesciche non trattate, oppure funghi, bisogna recarsi dal medico per un trattamento sanitario. In base al problema, il medico di base vi indirizzerà verso lo specialista giusto, che potrà essere anche, oltre al podologo, il dermatologo o, nei casi più gravi, il chirurgo. L’estetista, infatti, non è abilitata a curare patologie dei piedi, non avendo la preparazione necessaria.

Il pedicure curativo in caso di unghia incarnita

L’onicocriptosi, nota anche come unghia incarnita, è un disturbo diffuso e spesso il problema proviene dall’indossare scarpe troppo strette, soprattutto quando le unghie vengono tagliate troppo corte. A volte l’unghia incarnita può avere una causa naturale, dovuta alla conformazione stessa dell’unghia che può tendere a crescere curva o a ventaglio, per cui premerà maggiormente sulla pelle.

Il trattamento dipende dalla gravità: in casi più lievi, l’unghia verrà eliminata anche dall’estetista mediante le forbicine o il tronchesino, avendo cura di non provocare ferite. Se l’unghia è talmente affondata nella carne da aver provocato delle lesioni, l’estetista stesso vi inviterà a rivolgervi ad un medico, che saprà eliminare l’unghia avendo cura di non provocare infezioni, procedendo con un pedicure professionale.

Pedicure: quanto costa?

Il costo di un pedicure estetico varia dai 15 ai 50-60 euro, anche se influiscono altri servizi aggiuntivi del centro estetico dove vi siete recati, come lo smalto semi permanente o massaggi speciali: in generale è un trattamento da fare periodicamente, al pari della beauty routine che riserviamo a viso e corpo.

Invece in media, i prezzi per un pedicure curativo ordinario, senza contare cioè esami di accertamento e trattamenti rivolti a particolari patologie, eseguito da un podologo, partono da un minimo di 30 euro e arrivano anche tra i 50 euro, compresi creme e prodotti di qualità.

È importante prendersi cura della salute dei nostri piedi e tenere sempre presenti delle norme di prevenzione. In caso di inestetismi più gravi, il pedicure curativo è una soluzione migliore del fai da te, per il benessere dei nostri piedi.

Potrebbero interessarti anche