1. Home
  2. Shopping
  3. Centri commerciali e outlet

Guida alla scelta del vaso da bonsai

Ad ogni bonsai il suo vaso. Scegliere un vaso adatto a seconda del tipo e dell'altezza della pianta è importante per il benessere del vegetale. Vediamo che cosa tenere presente prima dell'acquisto

Centri commerciali e outlet

La scelta del giusto vaso per il proprio bonsai non è solo estetica, ma favorisce il benessere della pianta e completa la composizione per un’esposizione elegante e raffinata.

In questa guida, vi aiuteremo a capire quali sono le caratteristiche di cui bisogna tenere conto quando si sceglie un vaso da interno per decorare casa.

Come scegliere il vaso per bonsai?

L’arte del bonsai prevede che il vaso entri a far parte della composizione artistica generale e sia di pari importanza al resto degli elementi. In poche parole, è come una buona cornice per un quadro. Scegliere il vaso diventa dunque un’operazione alla ricerca della giusta bellezza e dell’armonia che si combini alla perfezione con albero, erba, muschio, figurine e tavolo.

Spesso, il bonsai viene venduto nel vaso originale di provenienza cinese o giapponese, i quali presentano però prezzi molto alti. Sebbene di norma i vasi cinesi abbiano un costo più competitivo, un bonsai in salute può vivere benissimo anche in materiali e vasi dalla foggia più occidentale.

Gli esperti consigliano i vasi per bonsai dal prezzo contenuto, meglio se in gres. Questo materiale, molto resistente, è fabbricato tramite la cottura a 1200° C dell’argilla.  Quanto alle dimensioni, tutto dipende dal livello di sviluppo della pianta.

Vaso per bonsai grande: adatto per i bonsai giovani

Per le piante in via di sviluppo, è bene ricordare che devono essere poste in vasi bonsai grandi, più capienti, in maniera che possano sviluppare quante più radici possibile. Il bonsai, che dovrà essere travasato moltissime volte nel corso della sua vita, verrà poi sottoposto a una meticolosa potatura delle radici e rinvasato in uno spazio più adatto alle sue esigenze di crescita. A questo livello di formazione, il bonsai può vivere in vasi di plastica, ben studiati per essere resistenti e al tempo stesso leggeri, e dunque molto facili da spostare per eventuali operazioni di manutenzione della pianta e per arredare il tuo giardino.

Gli alberi bonsai più maturi presentano un sistema di radici più compatto, ovvero che può stare in poco spazio senza compromettere la salute della pianta. Inoltre, è buona norma selezionare materiali e terreni con un’elevata potenzialità drenante, con vasi possibilmente muniti di fori per evitare il pericoloso ristagno.

Dimensioni del vaso per bonsai

Per quanto gli esperti consiglino vasi molto specifici per i vari tipi di pianta bonsai, è importante ricordare che l’unico parametro di decisione sull’aspetto del vaso riguarda il vostro gusto personale. Quanto alle dimensioni, invece, il vaso dovrebbe rispettare regole molto precise. La lunghezza del vaso dovrebbe corrispondere a circa il 70% dell’altezza dell’albero. L’altezza del vaso, invece, dovrebbe essere simile al diametro del tronco.

La forma del vaso può cambiare non solo l’aspetto estetico, ma anche la crescita della pianta. I vasi ovali ammorbidiscono il bonsai, mentre quelli rettangolari creano un aspetto più formale. Se amate il fai-da-te, vi consigliamo di produrre o acquistare un bellissmo vaso in ceramica raku, pratico e di tendenza.

Lo stile del vaso per bonsai a cascata prevede che l’altezza del vaso sia maggiore della sua larghezza, la quale non deve mai corrispondere alla lunghezza dei rami in cascata.

 

Potrebbero interessarti anche