1. Home
  2. Animali
  3. Allevamento

Il mio cane è iperattivo? Ecco cosa fare

Il tipico comportamento che contraddistingue questo disturbo è il continuo movimento e la ricerca di cibo. Ecco come comportarsi con un cane iperattivo

Allevamento

Alcuni cani, fin già da cuccioli si dimostrano più esuberanti dei solo simili. Ma quando si può parlare di cane iperattivo? Tra i tipici comportamenti che contraddistinguono questo disturbo c’è il continuo movimento, come se il cane fosse alla ricerca perenne di qualcosa. In alcuni casi si tratta di una vera e propria patologia comportamentale, che va corretta prima che provochi danni.

Tipi di iperattività

L’iperattività del cane è di due tipi: fisiologica o patologica (ipercinesia). La prima si può generare dalla ripetizione di un comportamento, come da un trauma, ad esempio un abbandono. L’ipercinesia è invece legata a un’alterazione del livello di dopamina nel cervello. In questo ultimo caso l’unica via da seguire è quella di portare il cane dal veterinario, perché a niente serviranno i rimedi più soft.

Come si presenta l’iperattività del cane

Un cucciolo iperattivo può non essere un problema, mentre ti devi preoccupare se anche da adulto l’animale continuerà a mantenere questo atteggiamento. Per capire se il tuo è un cane iperattivo, valuta se ha questi atteggiamenti:

  • Corre per casa senza motivo
  • Cerca sempre cibo
  • Salta addosso alle persone
  • Comportamento aggressivo di fronte a alcuni stimoli
  • Non vuole mai mettere il guinzaglio
  • Si eccita se lo guardi negli occhi

Come si cura l’iperattività

I rimedi per un cane iperattivo sono vari. La prima regola è evitare ogni fonte di stress e creare, intorno all’animale, una casa tranquilla. Anche i rimedi omeopatici sono utili. Nei casi più gravi, quando ogni altro tentativo non da risultati, dovrai rivolgerti a un comportamentista animale. Questo, durante le sue sedute, ti aiuterà a gestire il cane, fissando alcuni comandi facili da capire e aiutandoti a condurre il tuo amico. Ricordati che devi essere tu a fissare i tempi del gioco e dei pasti, perché alla fine di tutto, sei tu il capobranco.

Come si rieduca un cane iperattivo

Calmare un cane iperattivo richiede un po’ di pazienza. Inizia col farlo sentite autonomo e adattabile a tutte le situazioni, in modo che non sia dipendente da te per tutto. Fissa gli orari dei suoi pasti e non lasciarti intenerire di suoi sguardi supplichevoli. Mai uscire quando è agitato; aspetta che si calmi e poi via, fuori per la vostra passeggiata giornaliera. Rendi scomodi divani e sedie, se vuoi che non ci salga sopra. Un ruolo importante, nella rieducazione del cane, lo svolge il tuo corpo; avvicinati a lui in modo sicuro, di lato e non lo fissare troppo a lungo negli occhi.

Iperattività: la diagnosi

Per essere davvero sicuro di essere il padrone di un cane iperattivo, ci sono dei test specifici da fare. Nel caso di iperattività patologica, un esame a base di metilfenidato sarà risolutivo; se rimane calmo soffre del disturbo, altrimenti no. Nel secondo caso dovrai quindi indagare più a fondo, infatti il comportamento dell’animale potrebbe essere legato allo scarso contatto sociale, allo svezzamento precoce, ma anche essere legato alla razza (ne esistono infatti alcune particolarmente attive).

Potrebbero interessarti anche