1. Home
  2. Shopping
  3. Abiti da cerimonia

Come scegliere il tessuto per l'abito da sposa

Scegliere il perfetto abito da sposa è anche una questione di tessuto: ecco come scegliere quello perfetto per le tue forme, in grado di valorizzarti e farti sentire bene.

Abiti da cerimonia

Il matrimonio porta con sé una serie di incombenze, tra cui quella principale è senza dubbio la scelta dell’abito. Ma come scegliere il tessuto del vestito da sposa? Ecco alcune indicazioni seguire per trovare l’abito perfetto.

La scelta dei tessuti

Il tessuto del vestito da sposa è la componente principale dell’abito, che dovrà vestire la futura sposa a pennello evidenziandone i pregi e nascondendone i difetti. Così le spose dalle forme più generose dovranno puntare su tessuti rigidi, mentre quelle più longilinee potranno scegliere tessuti morbidi come lo chiffon, l’organza o la seta.

Bisogna poi mettere in conto quello che propone la moda: le ultime tendenze hanno infatti portato sulle passerelle degli stilisti materiali che fino a qualche anno fa non venivano utilizzati: ad esempio il lamé o il matelassé. L’importante è scegliere sempre stoffe pregiate per gli abiti da sposa, che portino a valorizzare al meglio tutto l’insieme.

La scelta dell’abito secondo stagione

Un’altra variabile nella scelta dei tessuti è la stagione: quando fa caldo si sceglieranno ovviamente tessuti più leggeri mentre per chi convola a nozze nei mesi più freddi i tessuti utilizzati saranno necessariamente più pesanti. Dunque nel primo caso si potrà optare più facilmente su abiti da sposa in organza e pizzo, freschi, leggeri e ariosi, mentre nel secondo caso la scelta potrebbe ricadere su abiti da sposa in taffetà di seta, più pesanti e avvolgenti.

Una grande varietà di tessuti

I possibili tessuti per abiti da sposa sono davvero tantissimi e incontrano tutte le esigenze. Ecco un elenco che vi aiuterà nella scelta dell’abito da sposa perfetto, prendendo in considerazione la vestibilità di ognuno anche a seconda del periodo dell’anno.

  • Il tulle viene normalmente utilizzato per il velo, ma non mancano le applicazioni sugli abiti da sposa.
  • Il raso è un tessuto per il vestito da sposa caratterizzato da una notevole lucidità e valorizza gli abiti impreziositi da brillanti e cristalli.
  • Lo chiffon è un tessuto leggero che viene usato solitamente per lo strato esterno del vestito.
  • Il pizzo è un particolare tipo di tessuto realizzato con il ricamo e che presenta disegni diversi.
  • Il taffetà è solitamente in seta, brillante e lucido ed è adatto per abiti importanti e pesanti.
  • La seta è un tessuto leggero ma molto resistente, particolarmente brillante.
  • L’organza è un tessuto per il vestito da sposa che ha la caratteristica di essere leggero e delicato.
  • Gli abiti da sposa in tessuto georgette si caratterizzano per una certa ruvidità e sono realizzati in cotone o seta, oppure in fibra sintetica.
  • La batista è un tessuto realizzato in lino o cotone, delicato e un po’ trasparente.
  • Il broccato è un tessuto realizzato in seta.
  • Il Cady è un tessuto per abiti da sposa realizzato con una sottile lavorazione in lana oppure seta.
  • Lo Chantilly è una sorta di pizzo realizzato in seta.
  • Il Crepe è un tessuto che può essere fatto con filati ritorti, in lana, seta o cotone.
  • Il Dévoré è un tessuto realizzato con una tecnica particolare che consente di ottenere una certa trasparenza.
  • Il Duchesse è un tessuto molto lucido e pesante, realizzato in raso, in cotone o in seta.
  • Il Macramé è un pizzo che viene lavorato a mano realizzando nodi e intrecci.

L’ultimo consiglio, e forse il più importante, è quello di sentirsi a proprio agio con l’abito che si sceglierà di indossare per il grande giorno, anche se si vorrebbe prediligere un tessuto piuttosto che un altro. Se non valorizza le forme come dovrebbe, cambiate idea senza remore!

Potrebbero interessarti anche