1. Home
  2. Motori
  3. Autoscuole

Patente A2 per la moto: come ottenerla

Sogni di guidare una bella moto? È arrivato il momento di conseguire la patente A2! Scopri in questo articolo di PG Magazine tutto quello che c'è da sapere

Autoscuole

Le due ruote ti hanno da sempre appassionato e ora hai deciso di fare il grande salto e comprare una tua moto per vivere tutte le avventure on the road che hai sempre sognato. Alt! Prima è necessario conseguire la patente di guida!

Vediamo allora come prendere la patente A2 per la moto, il costo, i limiti e quali sono le moto si possono guidare.

Patente A2: i limiti

Per guidare la moto occorre prendere la patente A, che si compone di 3 tipologie: A1, A2 e A3. La prima si può conseguire a 16 anni e consente di guidare moto di piccola cilindrata (massimo 125cm), con una potenza massima di 11kW e un rapporto potenza peso non superiore a 0,1kW/kg. Autorizza anche alla guida dei tricicli di potenza non superiore a 15 kW e le macchine agricole che non superano i limiti di sagoma dei motoveicoli.

Per quanto riguarda la patente A2, i limiti sono un po’ diversi: innanzitutto è necessario avere 18 anni, le moto guidabili con la A2 sono quelle che hanno una potenza non superiore a 35kW, un rapporto potenza/peso non superiore a 0.2kW/kg, che non siano derivati da una versione che sviluppa più del doppio della potenza massima. Infine, c’è la A3, che consente di guidare tutti i motoveicoli, ma è necessario avere almeno 24 anni e la patente A2 da almeno due anni.

Come prendere la patente A2 e il costo

Come per la patente B, ovvero quella di guida dell’auto, si può scegliere se prendere la patente A2 per la moto privatamente o presso un’autoscuola. Sia nell’uno che nell’altro caso si dovranno consegnare i documenti per l’iscrizione, la differenza sta nel fatto che nel primo caso non potremo seguire i corsi organizzati dalla struttura che facilitano il conseguimento della patente A2.

Una volta iscritti, si prenoterà l’esame di teoria, dopo il quale viene rilasciato il foglio rosa. Si potrà, quindi, iniziare con la pratica: non è necessario l’accompagnatore, purchè ci si eserciti in luoghi poco frequentati.

Ovviamente, che si opti il percorso da privatista o quello all’autoscuola per la patente A2 il costo può variare di molto: nel primo caso spenderemo circa 150 euro all’iscrizione e 100 euro per ogni esame, mentre nel secondo potremo superare tranquillamente i 500 euro, a seconda della struttura scelta.

Moto guidabili con la A2

Hai preso da poco la patente per la moto? Hai paura di non trovare la moto che desideri dati i limiti della patente A2? Niente paura, ce ne sono davvero di tutti i gusti: naked e carenate, crossover e custom.

Restando in Italia, abbiamo: MV Agusta Brutale 675, naked ad alte prestazioni disponibile anche nella versione depotenziata, le Ducati Monster 797 depotenziata e la Scrambler Sixty2; le Benelli BN302, TRK502 e 402 S, ognuna dotata di una forte personalità. Infine, l’italiana Moto Guzzi propone una versione da 48 CV della V7, un cult dall’aspetto vintage.

Sempre per gli amanti delle moto in stile rétro, sono da valutare le Triumph Thruxton, Bonneville e Scrambler. BMW, per gli amanti delle naked dell’elica bianco blu, offre la gamma delle F depotenziata, mentre per chi preferisce una moto da enduro può puntare sulla G 310 GS. Tra le naked ci sono anche la Triumph Speed Triple con motore 3 cilindri da 675 cc.

Passando alle custom americane per eccellenza, ovvero quelle marchiate Harley Davidson, i modelli guidabili con patente A2 sono numerosi: tutta la gamma 883 e la Street 750 depotenziata.
Spostandoci in oriente troviamo tantissime moto che si possono guidare con la patente A2, tra cui le Honda CB 300R e CB500X, le leggere Suzuki Inazuma 250 e Yamaha YBR 250, le Kawasaki Versys-X 300, Z650 depotenziata, Z400, Z900 depotenziata e Ninjia 400.

Potrebbero interessarti anche