1. Home
  2. Food
  3. Idee per la spesa

Miele di barena: cosa lo rende così speciale

Il miele di barena è una specialità di miele davvero particolare, tipico della laguna di Venezia. Scoprine tutte le proprietà e il prezzo in questo articolo

Idee per la spesa

Sono in molti a non averlo mai sentito nominare, eppure il miele di barena è una delle nostre eccellenze italiane, prodotto nella laguna di Venezia, nello specifico sulle barene.

Ma cosa sono? Da non confondersi con le balene – che sarebbero piuttosto difficili da trovare nella laguna – le barene sono dei terreni argilloso-sabbiosi che caratterizzano alcune zone di questi posti. Le aree sono salmastre perché con le alte maree vengono completamente sommerse dal mare, quindi presentano una vegetazione tutta particolare: possiamo trovare fiori di astro marino, enula marina, salicornia e limonio.

Proprio quest’ultimo ci interessa, viene chiamato anche Fiorella di Barena e la sua fioritura estiva è alla base del miele di barena.

Una produzione estremamente rara

La produzione di miele di barena – naturalmente biologico – è una rarità presidiata da Slow Food e rischia di diventare un prodotto sempre meno disponibile: assistiamo infatti a un progressivo degrado delle barene a causa del moto ondoso e dello sprofondamento del suolo, è quindi sempre più complicato trovare limonium. I produttori, comunque, sfidano ogni avversità e con l’estate praticano la transumanza degli alveari per continuare a farci gustare il miele di barena.

Infatti, anche se ci sono alveari fissi in laguna, la maggior parte vengono portati qui con la fioritura della fiorella di barena. Dopo il lavoro delle api che va da agosto a ottobre, inizia il lavoro degli apicoltori fino a novembre: il miele viene estratto, filtrato, lasciato riposare e poi messo nel barattolo, pronto per essere gustato.

Comunque, la presenza nelle isole della laguna di api – sia selvatiche che allevate – è antichissima: da alcuni ritrovamenti di documenti pare ci siano produzioni sistematiche di miele di barena già dall’800. Interessantissima una foto del 1938 sulla rivista L’apicoltore moderno, che mostra lo spostamento continuo delle arnie a causa degli allagamenti delle barene.

Quanto costa il miele di barena?

Se abbiamo compreso la particolarità del prodotto, ci staremo sicuramente chiedendo quale sia il prezzo per il miele di Barena. Per arrivarci facciamo una piccola premessa: le arnie sulle barene sono circa 200, ognuna produce circa 7/8kg di miele. Stiamo immaginando costi esorbitanti?

Sbagliamo, il prezzo del miele di barena è circa 13 euro al Kg, una cifra esigua considerando l’impresa di produzione, che sfida problemi ambientali e spazi ridotti.

Miele di barena, le proprietà

Ma che caratteristiche ha questo prodotto? Innanzitutto si presenta più scuro del miele “da supermercato”, tende quasi al nocciola, cristallizza molto rapidamente con cristalli molto fini. Inconfondibile il sapore: dolce a primo impatto lascia sul palato il salmastro e note balsamiche, finendo poi con accenti amari.

Date queste proprietà, il miele di barena con cosa potremmo abbinarlo? Sicuramente possiamo utilizzarlo per i dolci, ma è ottimo anche come accompagnamento di formaggi non stagionati o crostacei. Come tutti gli altri mieli, tra cui il miele di Manuka, anche quello di barena è energetico, ricco di enzimi e minerali, inoltre, ha proprietà balsamiche per le vie respiratorie.

Potrebbero interessarti anche