1. Home
  2. Bellezza
  3. Erboristeria

Palo Santo: cos'è e come ti aiuta a stare meglio

Stress, depressione e cattivo umore? Scopri in questo articolo di PG Magazine come l'albero del Palo Santo può aiutarti a ritrovare il benessere psico-fisico.

Erboristeria

Il Palo Santo è un albero tropicale che cresce nell’America Centro-Meridionale e, in particolar modo, nelle regioni del Perù e dell’Ecuador. Dal legno di questo albero vengono ricavati bastoncini per l’incenso ed un olio essenziale aromatico dalle molteplici proprietà benefiche.

È molto importante ricordare come la produzione del Palo Santo venga eseguita nel pieno rispetto dell’ambiente, sia per quanto riguarda l’olio, sia per quanto riguarda l’incenso e, per produrre il suo inconfondibile odore, gli alberi devono avere almeno dieci anni e seccati naturalmente.

Secondo l’uso tradizionale, poi, il Palo Santo viene utilizzato per purificare corpo e mente dalle energie negative che possono generare melesseri fisici di cui non sono chiare le cause, oppure, condizioni psicologiche sfavorevoli quali depressione, tristezza e cattivo umore.

Perchè bruciare il Palo Santo: gli effetti benefici su corpo e mente

L‘utilizzo del Palo Santo è molto antico e vario, esso viene utilizzato principalmente per allontanre le energie negative, le quali vengono considerate strettamente correlate anche all’insorgere di alcune patologie. Attraverso alcuni specifici gesti, come stringere il cristallo appena entrato in contatto col fumo sul petto, è possibile liberare la mente dai pensieri negativi, dallo stress e dall’emicrania.

Durante questi riti spirituali ed introspettivi, concentrandosi sugli aspetti positivi della vita e sui propri obiettivi, si riesce a raggiungere una sorta di condizione di appagamento e di forza per poter affrontare al meglio ogni ostacolo.

È possibile utilizzare il Palo Santo mediante un bastone acceso da portare in giro per la stanza in modo da impregnare al meglio l’ambiente. Il profumo che si sprigionerà sarà gradevole ed inebrierà i sensi di chi sta eseguendo il rituale, oltre a generare un forte senso di appagamento.

Come bruciare il Palo Santo

Dopo aver spiegato utilizzi e benefici di questo albero, soffermiamoci su come bruciare il Palo Santo. Innanzitutto, è bene tenere a mente che il legno, contenente oli essenziali e resine, va tutelato nel miglior modo possibile, senza sottoporlo a fonti di fuoco particolarmente smodate: il Palo Santo, infatti si consuma attraverso la brace e non attraverso la fiamma.

Dunque, per bruciare il Palo Santo, è necessario munirsi di un accendino e avvicinare la fiamma dello stesso ad un estremità del legno mantenendo la fiamma a contatto con il Palo Santo per circa trenta secondi. Infine, soffiando sul legnetto, si spegnerà la fiamma e si propagherà il profumato fumo bianco.

Una volta spento completamente, riponete il legnetto in un contenitore ignifugo in modo da poterlo riutilizzare una seconda volta. Il Palo Santo, infatti, se ben conservato e rispetto agli altri incensi, può essere utilizzato più di una volta.

Dove acquistare il Palo Santo

In tutto il Perù ed in Ecuador, il Palo Santo viene venduto per le strade in occasione delle festività natalizie. In generale, però, i bastoncini di Palo Santo sono acquistabili online e ovviamente presso le erboristerie ed i negozi che vendono prodotti naturali ed articoli per la meditazione.
Moltissimi sono oramai i negozi online che spediscono in tutto il mondo: in molti casi potrete essere sicuri aver acquistato un prodotto privo di impurità e lavorato naturalmente senza alterarne i valori e le proprietà.

Potrebbero interessarti anche