1. Home
  2. Salute
  3. Mente e psicologia

Depressione natalizia: come riconoscerla e cosa fare

La depressione natalizia è una problematica che può colpire chiunque: ecco come vivere il Natale in relax

Mente e psicologia

Le luci di natale, i colori, la ricerca dei regali, incontrare amici e parenti che non si vedono da tempo. Per molte persone il Natale è il periodo più bello dell’anno. C’è addirittura chi non riesce ad attendere l’arrivo di dicembre e si lascia trasportare dallo spirito natalizio con molto anticipo visitando tutti i mercatini di Natale che capitano e decorando l’albero con molto anticipo. Altri però vivono questa festività come un incubo e soffrono moltissimo.

Se soffrite di Christmas Blues, ovvero di depressione natalizia, questo articolo fa per voi. Cosa ci si deve aspettare quando si è soggetti a questa patologia?

I sintomi sono quelli di una vera e propria depressione reattiva:

  • ansia,
  • senso di colpa,
  • mal di testa,
  • carenza di appetito,
  • generalizzato bisogno d’isolamento.

Come intervenire per evitare che i sintomi sfocino in stati d’animo peggiori?

I parenti

I pranzi familiari sono notoriamente interminabili e pieni di persone che di solito non frequentiamo e che vogliono approfittare di quel lasso di tempo per informarsi sugli aspetti più personali della nostra vita. La pubblica esposizione spesso genera ansia per la paura di sentirsi in difetto o doversi giustificare.

Nei casi più gravi, essere circondati da molte persone tutte insieme e sentire rumori differenti genera un senso di estraniamento dalla realtà e può sfociare in attacchi di panico e crisi d’ansia.

In queste situazioni, perdere il controllo non è affatto difficile per questo motivo è importante prepararsi preventivamente e capire con l’aiuto di uno psicoterapeuta o di uno psichiatra, quando necessario, le motivazioni inconsce per cui le reazioni arrivano ad essere debilitanti.

I regali

Un’altra delle motivazioni che incrementa lo stress da feste, è la percezione secondo cui fare tanti regali ci porti a spendere denaro che vorremmo destinare ad altro o che non vorremmo esaurire. Sentitevi liberi di eliminare i regali superflui e investire il giusto budget per le persone a cui tenete di più.

Inoltre, se non amate i negozi affollati e la musica alta nei centri commerciali, onde evitare crisi d’ansia, preferite gli acquisti online o spuntate tutta la lista dei doni molto prima che inizino le corse frenetiche ai regali dell’ultimo minuto. In questo modo, sarete più tranquilli sia per essere rientrati nelle tempistiche, sia per aver evitato un attacco di panico in mezzo alla folla.

Bilanci

La fine dell’anno porta con sé i bilanci: ci s’interroga sul perché e il per come delle nostre scelte e ci si colpevolizza su ciò che, secondo noi, abbiamo fallito. Inoltre, le conquiste e gli obiettivi raggiunti dagli altri ci appaiono sempre più importanti dei nostri e tendiamo a rifugiarci in una sorta di sindrome dell’inferiorità che non appaga, ma mortifica la nostra soddisfazione personale.

Molto importante è porsi obiettivi intermedi, soprattutto quando siamo persone poco costanti, per cui premiarsi una volta raggiunti. State con i piedi per terra, ma sempre nella giusta misura. Non abbiate paura di essere felici e festeggiate godendovi il momento per poi puntare sempre più in alto!

La routine

Molti soffrono anche lo sconvolgimento delle loro giornate, che dall’essere invase d’impegni si ritrovano improvvisamente vuote e pigre. Il nostro consiglio qui è davvero molto banale.

L’unica cosa che potete fare è fare delle cose. Tutti abbiamo pile e pile di libri da finire, mostre che non riusciamo mai a vedere, o quelle ricette che vorremmo tantissimo fare ma richiedono troppo tempo. Fate una lista di attività che non riuscite mai a svolgere e regalatevi qualche nuova esperienza che vi aiuti a guardare il mondo con nuovi occhi.

Potrebbero interessarti anche