1. Home
  2. Bellezza
  3. Estetica

L’acqua di rose: l’elisir di bellezza efficace ed economico

Dalle mille proprietà, l'acqua di rose è un prodotto che dovrebbe essere usato per tonificare la pelle durante la skincare routine. Ecco perché

Estetica

L’acqua di rose è il cosmetico della nonna usato in tantissime occasioni. Scopriamo perché un semplice infuso di petali di rose ha così tanti usi e benefici che lo rendono indispensabile.

Acqua di rose: proprietà naturali

L’acqua di rose deriva dalla distillazione dei petali di rose che rilasciano così tutte le loro preziose proprietà nell’infuso. Il tonico all’acqua di rose, infatti, contiene vitamine quali l’A, C ed E: esso si rivela ottimo nel contrastare la secchezza della pelle, ma è un potente lenitivo per quelle delicate e soggette ad arrossamenti.

L’acqua di rose per il viso è un tonico con effetti astringenti: riduce l’apparenza dei pori e rende meno sebacee zone come fronte, naso e mento. Per questo è adatta anche per le pelli acneiche.

Inoltre, l’acqua di rose è adatta anche per la cura dei capelli: è efficace se utilizzata in impacchi pre shampoo ad azione purificante e anti prurito al cuoio capelluto.

Curare il viso con l’acqua di rose

È possibile lavare il viso con l’acqua di rose? Diciamo che è meglio pulire prima il viso con un detergente non troppo aggressivo. Subito dopo si applica il tonico alle rose. Il suo contenuto di vitamina E la rende efficace nel combattere l’invecchiamento grazie alla sua azione antiossidante. Quest’acqua non aggredisce nemmeno la pelle più sensibile ma, al contrario, contrasta le infiammazioni aiutando il processo di guarigione delle pustole.

Tra tanti usi, qualcuno ti sorprenderà

L’acqua distillata alle rose ha davvero un’infinità di usi. Vediamo se conosci anche quelli più particolari:

  • tonico da vaporizzare su viso e occhi stanchi;
  • trattamento antirughe,
  • combatte le macchie cutanee dovute all’azione del sole e ai brufoli;
  • dona lucentezza e idratazione.

Dalle tradizioni persiane alla Firenze dell’800

L’acqua distillata alle rose ha origine antichissime, addirittura prima che Henry Roberts, farmacista inglese attivo a Firenze, ne perfezionasse la formula. L’acqua di rose Roberts, infatti, nacque oltre 150 anni fa, nel 1867. Nel laboratorio di via dei Tornabuoni 17, Henry Roberts curava la produzione non solo di farmaci ma anche di cosmetici per la sua elegante clientela fiorentina.

Dove si compra l’acqua di rose oggi? In tutti i negozi in cui è possibile trovare prodotti per la cura del corpo (parafarmacie, erboristerie, etc.)

Potrebbero interessarti anche