1. Home
  2. Bellezza
  3. Capelli

Baffi da uomo: quali scegliere in base alla forma del viso

La moda dei baffi è pronta a sostituire quella delle articolate barbe. Tanti gli stili possibili, dai classici agli eccentrici, ed ecco come sceglierli in accordo al proprio viso

Capelli

Negli ultimi anni molti uomini hanno lasciato crescere la propria barba, prendendosene cura nella maniera più appropriata. Un fenomeno che ha coinvolto quasi tutto il mondo, con ragazzi d’ogni età pronti a seguire una moda che ha portato a scoprire il vasto mondo della cura della barba, tra creme, pettini e molto altro.

Un’ampia percentuale di uomini ha di certo seguito questo percorso di stile per gusto personale. Altri invece sono semplicemente soliti seguire la moda del momento, così da poter vantare costantemente un aspetto in voga, dal vestiario alla propria persona.

Questi ultimi si saranno ormai da un po’ resi conto che il tempo delle barbe sta volgendo al termine, dal leggero velo sul volto alle acconciature hipster. È tempo di radersi e scoprire guance e mento, magari lasciando intatta una piccola percentuale tra labbro superiore e naso. Addio barba, è tempo di dedicarsi esclusivamente ai baffi.

Come scegliere i baffi ideali

La barba accarezza l’interezza del volto, avvolgendolo, il che vuol dire molta meno fatica in fase decisionale. Una volta scelta una data lunghezza e un determinato taglio, la maggior parte del “lavoro” sarà ridotto a una costante cura. Questo passaggio resta intatto anche per i baffi, ma in tal caso selezionare il giusto stile può risultare più complesso.

Meglio farsi consigliare da un barbiere di fiducia, che possa analizzare le linee del viso e indirizzare verso una scelta o l’altra. Svariate le tipologie di baffi possibili, chiamati a delineare un certo carattere su di un volto altrimenti rasato per intero. Nel caso di visi a forma di triangolo invertito, ovvero sia con fronte ampia e mento lungo, si consigliano dei baffi sottili, non eccessivamente lunghi. Una soluzione ideale anche per chi ha labbra piccole e sottili.

I baffi a manubrio sono particolarmente scenografici. Richiedono di conseguenza una certa personalità oltre a precise caratteristiche del viso. Questi baffi richiamano un po’ il look del XIX secolo, con una lunghezza che in molti reputano eccessiva che consente il classico arricciamento in estremità (sfruttando l’effetto della cera). Si tratta di una soluzione spesso adottata da chi presenta un viso tondeggiante, ma con un mento sottile e poco squadrato.

Baffi, gli stili intramontabili

Passano gli anni, ma alcuni stili di baffi non svaniscono, mai scalfiti dal passare delle mode. Un risultato ottenuto anche grazie a film e serie televisive. Quelli portati con fierezza da Magnum P.I. saranno sempre baffi alla moda. Pieni e sexy, curati con un trimmer, delle specifiche forbici e un piccolo pettine, partono dalla base del naso e giungono sul labbro superiore, seguendone i contorni. Il grande vantaggio è dato dal fatto che questo tipo di baffi sta bene su qualsiasi volto, con viso rasato o una leggera barba uniforme e corta.

I baffi sottili alla Dalì seguono invece la linea delle labbra, sono sinuosi e lasciano crescere le estremità, arricciandole leggermente. Una dose di eccentricità aiuterà di certo a portarli, così come un viso lungo o paffuto. Infine, l’accoppiata baffi e pizzetto rappresenta sempre un vero e proprio classico. Una tendenza soprattutto giovanile, che in molti resiste anche dopo aver le 30 candeline. Ben si adatta a visi rotondi, optando per baffi sottili o mediamente folti, per poi concentrare un accenno di barba sul mento, evitando eccessivi tratti di pelle coperta.

Potrebbero interessarti anche