1. Home
  2. Bellezza
  3. Capelli

Barba uomo: trucchi e consigli per curarla al meglio

Anche le tendenze 2018 vogliono l'uomo con la barba. In base alla forma del viso ne esistono differenti tipologie. Ecco quali sono e come prendersene cura

Capelli

Da qualche anno la moda vuole l’uomo barbuto, merito dell’idea del boscaiolo nordico che si procura la legna per il suo focolare, spaccandola da sé, vestito con camice a quadri, jeans e stivali consumati. Nonostante questo non sia l’outfit più trendy di quest’anno, la barba resta tra i must have della moda uomo 2018.

La barba, però, non è cosa da tutti, visto il tempo che richiede prendersene cura.

In questo articolo vi daremo trucchi, consigli e spunti per farvi acquisire il fascino norreno e non solo, in modo facile e veloce.

Come far crescere la barba?

Se siete alle prime armi e sia che voi la vogliate folta e lunga o che vi basti un ombra di peluria sul viso, la base è capire come far crescere la vostra barba. Armatevi quindi di rasoio, regola barba e forbici. Perché il segreto sta appunto nella crescita uniforme e nel disegnare confini netti che incornicino il vostro viso nel modo giusto.

Altra cosa importante è avere pazienza. Per far crescere la barba ci vuole tempo: non scoraggiatevi dopo pochi giorni e cercate di resistere alla tentazione di radervi anche se all’inizio la ricrescita vi potrebbe provocare un po’ di prurito: crescendo, la peluria diventerà più morbida e non vi darà più fastidio.

Quanti tipi di barba ci sono?

Cosa ancora più importante, dovete capire che tipo di barba volete. Ne esistono diverse tipologie, ciascuna più adatta a una particolare forma di viso piuttosto che a un’altra, così come accade nelle donne per la forma del viso e il taglio di capelli ideale.

Ecco quali sono i tipi di barba più conosciuti:

  • Short Stubble: il più classico degli stili, si adatta perfettamente a ogni forma del viso. Il suo punto di forza è quello di donare un aspetto leggermente trasandato pur essendo in realtà curata. Per ottenerla vi basterà far crescere la barba per circa 1 o 2 giorni, ripulendo poi solo collo e guance ma senza dare una linea netta al taglio.
  • Medium Stubble: né corto né lungo, pratico e semplice da curare e adatta a tutti i tipi di viso. Dimenticate il rasoio per circa 3 giorni e come per il taglio precedente pulite collo e guance, creando però una linea di definizione più netta che faccia risaltare maggiormente il contorno.
  • Long Stubble: molto simile al Full Beard (stile che vuole la barba quasi incolta tranne per la definizione sulle guance) ma con la differenza che dopo aver lasciato crescere il pelo in totale libertà per circa una settimana pulirete il collo, dando la forma che più vi piace nella zona delle guance. Anche questo tipo è adatto più o meno a tutti volti.
  • Bandholz: se la vostra barba cresce piena e folta potete cimentarvi con questo stile che richiede che buttiate via il vostro kit da rasatura per almeno 5 mesi, lasciando il tutto crescere selvaggiamente. Al termine di questo periodo potrete iniziare a dargli la forma che preferite, l’unica raccomandazione che vi diamo è quella di curarla con amore proprio come fareste con i vostri capelli, utilizzando oli nutrienti come il tea tree e shampoo adeguati. Adatti a visi a diamante o triangolari.
  • Extended Goatee: uno stile particolarmente adatto al viso ovale. Per ottenerlo, rasate collo e barba, definendo la linea intorno alle labbra che vada a formare una L con la linea della guancia, mantenendo intatta la parte del mento.
  • Imperial: anche questa tipologia è adatta ai visi di forma ovale e lascia il viso completamente pulito ad accezione di baffi e pizzetto, che verrà inizialmente delimitato in una piccola zona sottostante le labbra per poi lasciarlo crescere verso il basso. Per quanto riguarda i baffi divertitevi a dargli una forma arricciata con l’aiuto della cera e definendoli attentamente con le forbici, per un stile autoritario.

Potrebbero interessarti anche