Guida di Parabiago: aziende, servizi e comuni

Il comune di Parabiago è situato a nord di Milano, a soli 20 chilometri di distanza, ed è costeggiato dal fiume Olona, oltre che dal canale Villoresi. Si trova in una posizione strategica per raggiungere facilmente il capoluogo lombardo, ma anche per godersi il paesaggio agricolo e la cultura della zona. Parabiago infatti è sede dell’ecomuseo del paesaggio, del primo museo aziendale italiano delle macchine per caffè situato nell’Officina Rancilio, ma è anche conosciuto come la città della calzatura. 

Le ricerche più frequenti di Parabiago

Cosa vedere a Parabiago, tra storia e cultura

Oltre al paesaggio agricolo, alle cascine e ai parchi naturali della zona, a Parabiago non sono da perdere anche alcuni monumenti molto importanti, tra cui l’Officina Rancilio 1926, il museo Crespi Bonsai e l’Ecomuseo del Paesaggio.

L’Officina Rancilio 1926 è il primo museo aziendale italiano dedicato al settore delle macchine per caffè, nato con l’obiettivo di raccontare non solo la storia dell’azienda, ma anche quella del rito più amato dagli italiani. Nella collezione si possono ammirare quindi le macchine restaurate, partendo dalla prima risalente al 1927, fino a quelle più recenti con diversi pezzi da collezione. Non si tratta quindi di un luogo interessante solo per gli amanti del caffè, ma anche per gli appassionati di design. 

Per scoprire invece la storia e l’evoluzione del paesaggio, si può visitare l’Ecomuseo istituito nel 2008. Si tratta di un’istituzione culturale il cui obiettivo è quello di valorizzare il paesaggio per conoscerlo e quindi, tutelarlo. L’Ecomuseo si indirizza sia ai visitatori, sia ai cittadini e propone diversi itinerari di visita per scoprire meglio Parabiago: il percorso virgiliano per scoprire la Parabiago Romana, l’itinerario del Riale che porta alla scoperta dei punti più importanti del centro della città e infine, i musei. Oltre all’Officina Rancilio 1926 infatti, nel comune ci sono altri due musei: il centro storico-culturale Carla Musazzi e il Museo del Bonsai Crespi. L’Ecomuseo non ha orari e giorni di apertura, in quanto si tratta di un museo aperto e diffuso su tutto il territorio, in continua evoluzione. 

Da non perdere infine, c’è il Museo Crespi Bonsai, un luogo unico per tutti gli amanti di queste particolari piante, con esemplari rari che provengono direttamente dall’oriente. I visitatori possono fare un tuffo in oriente con la riproduzione del tokonoma che rappresenta un angolo di abitazione giapponese. 

Alla scoperta del paesaggio agricolo di Parabiago

Parabiago è da visitare anche per immergersi nel tipico paesaggio agricolo lombardo, tra cascine e agriturismi. Si possono fare splendide passeggiate lungo il canale Villoresi, una delle opere di ingegneria idrica più importanti del nord Italia, oppure ci si può dedicare alla scoperta del Parco dei Mulini, ricco di corsi d’acqua e di impianti molinatori. Alcuni mulini risalgono addirittura 1300 e in totale oggi, ne esistono 11 all’interno del parco. 
Chi desidera invece scoprire l’agricoltura della zona può concedersi dei piacevoli momenti di relax nel vicino Parco del Roccolo in cui si alternano coltivazioni di mais, frumento, avena e orzo, insieme ad aree boschive. 

Parabiago è il punto di partenza ideale per scoprire la storia e la natura dell’Altomilanese, grazie all’impegno delle comunità locali per la tutela del territorio e della sua storia. 

Le località più cercate