Guida di Francavilla Al Mare: aziende, servizi e comuni

Tra le più famose città d'Abruzzo, Francavilla al Mare oggi è uno dei principali centri balneari dell'Adriatico
La sua storia ha attraversato un periodo di grandissima rilevanza culturale nei primi anni del Novecento, grazie alla tenacia e alla visione culturale di uno dei suoi illustri cittadini. Distrutta dai bombardamenti della seconda guerra mondiale, Francavilla è stata ricostruita e oggi è cresciuta fino a entrare in continuità urbana con Pescara. Le attività turistiche e culturali oggi costituiscono il perno dell'economia di questa cittadina amatissima da Gabriele D'Annunzio.

Le ricerche più frequenti di Francavilla Al Mare

Il Palazzo della Sirena

Intorno alla metà dell'Ottocento, Francavilla conobbe il momento del suo massimo splendore, grazie soprattutto alla costruzione della tratta ferroviaria che, collegando Ancona a Pescara, attraversava il tessuto cittadino. Risale a quel periodo la costruzione del Palazzo della Sirena, oggi molto differente da com'era in origine: costruito in quello stile liberty che era diventato una delle correnti principali dell'arte e dell'architettura italiane, successivamente distrutto dai bombardamenti, oggi è un esempio di architettura tardo razionalista

Il Palazzo della Sirena, di cui oggi rimane soltanto l'Auditorium costruito negli anni Novanta, fa da sfondo al meraviglioso Pontile Sirena che si allunga nel mare offrendo un punto di osservazione privilegiato sull'orizzonte e sulla linea del litorale di Francavilla. Amato moltissimo dai residenti, è uno dei punti più consigliati ai turisti per una passeggiata romantica.

Il cenacolo di Francesco Paolo Michetti

Francesco Paolo Michetti è senza alcun dubbio il cittadino più illustre di Francavilla al Mare. Nato nella vicina Chieti, Michetti si trasferì a Francavilla e ristrutturò il Convento Michetti, (oggi visitabile) che divenne sede di uno dei più importanti circoli culturali d'Italia. Facevano parte del cenacolo personaggi di estremo rilievo, come Gabriele D'Annunzio, Matilde Serao ed Edoardo Scarfoglio.

Il circolo rimase molto attivo fino alla morte del pittore, giunta nel 1929. Oggi moltissime manifestazioni culturali che si svolgono a Francavilla hanno come protagonisti proprio il pittore e i suoi illustri compagni. Molte di queste iniziative vengono ospitate e promosse dal Museo Michetti, che raccoglie molte opere realizzate dal pittore e dagli artisti del Cenacolo. Il Museo osserva orari di apertura piuttosto ridotti, quindi è sempre bene informarsi telefonicamente prima di raggiungerne la sede.

Mangiare a Francavilla al Mare

Francavilla al Mare si è guadagnata la Bandiera Blu per la balneazione: il suo litorale e soprattutto il suo mare sono eccellenze del nostro paese in quanto a qualità delle acque. Intorno alle bellezze paesaggistiche e al turismo balneare che si è sviluppato nel corso degli anni, sono nate e hanno prosperato moltissime attività ricettive e commerciali. 

Il Lido Sirena è apprezzatissimo dai cittadini di Francavilla per la sua posizione privilegiata vista mare a pochissima distanza dal Palazzo Sirena e per la possibilità di mangiare a pranzo e a cena piatti di pesce sempre di altissima qualità. Tra le varie offerte anche la pizza e la focaccia che viene servita in accompagnamento ai contorni.

Il Lido Nautilus è tra i più amati della zona: si estende su una piccola spiaggia sorvegliata e ha un ottimo ristorante sul mare in cui è possibile pranzare e cenare con piatti a base di pesce freschissimo. La location è spartana e la vista sul mare è impagabile.

Le località più cercate