1. Home
  2. Shopping
  3. Scarpe

Sandali alla schiava: come indossarli per evitare cadute di stile

Come abbinare i sandali alla schiava? Ecco tutti i consigli per evitare di incorrere in incidenti o scivolate ed essere sempre alla moda.

Scarpe

Trendy e sensuali, i sandali alla schiava sono uno dei must-have dell’estate ma bisogna abbinarli con una certa attenzione, per evitare la cosiddetta “buccia di banana”. Definiti anche “gladiatori”, dotati di un tono casual ma indossabili anche in occasioni formali, questi sandali non stanno bene con qualunque look e qualunque outfit ma vanno abbinati in modo studiato e calibrato.

Ma cosa sono esattamente i sandali alla schiava?

Si tratta di sandali con tacco o in versione flat, dotati di cinturini e cinghie, che possono arrivare alla caviglia, a metà polpaccio o al ginocchio. La loro origine arriva da molto lontano, dall’antica Roma. Erano i calzari indossati dai gladiatori, e che in epoca contemporanea sono stati rinegoziati come capo sexy e femminile. Di colori variabili, sono indossati d’estate con abitini boho, vestiti eleganti o look sporty-casual.

Come si portano i sandali alla schiava

Lacci e cinghie non devono spaventare. Con un po’ di disinvoltura, e il termometro che segna parecchi gradi, i sandali alla schiava saranno trendy senza apparire eccessivamente “aggressive”. In versione flat, senza tacco, sono abbinabili ad abiti più formali, a prendisole, short e t-shirt e minigonne. Con il tacco la loro connotazione cambia, sono più provocanti e bisogna stare attenti a non “esagerare” o, peggio, strafare.

Sandali alla schiava bassi

Un paio di sandali alla schiava bassi, senza tacco, può spaziare con lacci che incorniciano la caviglia, che risalgono fino al polpaccio o arrivano a cingere anche il ginocchio. Di colore generalmente beige, marroncino o bianco, si abbinano a tanti tipi di outfit in modo easy e modaiolo.

Sandali alla schiava alti

I sandali alla schiava alti, con tacco, devono essere scelti in base alle leggi delle proporzioni. Inutile, se si ha una statura bassa con gambe non particolarmente lunghe, optare per un modello che arrivi al ginocchio, finirà per mortificare e accorciare l’impatto visivo. Ovviamente uno stile provocante come quello dei gladiatori non potrà che essere ammortizzato da abitini con gonna a ruota, pantaloncini o gonne che non siano eccessivamente sinuosi e trasgressivi… o l’effetto sarà superkitsch.

Come abbinare i sandali alla schiava

I sandali alla schiava conoscono un solo nemico: gonne e pantaloni oversize, troppo lunghi. Per un modello di questo tipo, tecnicamente andrebbe scoperta e mostrata la gamba, possibilmente dorata grazie a un po’ di abbronzatura. I modelli flat si prestano a prendisole, abitini boho in pizzo bianco o nero, short in denim sfilacciati, minigonne inguinali.

Da evitare: i pantaloni crop, i pantaloni palazzo, le gonne midi o extralunghe, che interferiranno con il modello vistoso dei sandali alla schiava.

Abbinare lo smalto ai sandali alla schiava

Smalto sì o smalto no con i sandali da gladiatore? Posto che, come tipo di modello, questi sandali scoprono completamente il piede, bisogna pensare accuratamente alla pedicure, da fare regolarmente, e a uno smalto che non sia troppo appariscente, per non rendere ancora più pensate l’effetto lacci e liste di pelle. Per l’estate sono perfetti gli smalti dai colori pastello, dal cipria al beige, dal crema al tortora. In alternativa, per chi si sente una diva e sottolinea ancora di più il proprio status con i sandali, è perfetto anche uno smalto rosso, mentre le dark lady potranno orientarsi sul nero o il prugna.

 

Potrebbero interessarti anche