1. Home
  2. Motori
  3. Cura Auto e Moto

Spurgo dei freni della moto: come fare?

La sostituzione dell'olio e lo spurgo dei freni della moto sono fondamentali dopo mesi di inattività del mezzo.

Cura Auto e Moto

Il circuito frenante è un impianto fondamentale per la sicurezza in moto, perciò è importante effettuare regolarmente la sostituzione dell’olio dei freni della moto e lo spurgo. Con il tempo infatti all’interno del circuito si formano delle pericolose bolle d’aria, che possono diminuire sensibilmente l’efficienza della capacità frenante della moto.

Lo spurgo dei freni è un intervento piuttosto complesso, tuttavia con gli attrezzi giusti, lo spazio adeguato a disposizione e un minimo di manualità è possibile eseguirlo anche da soli, inserendolo nella propria routine di manutenzione della moto, analogamente alla pulizia della catena. Ovviamente in caso di dubbi o problemi non bisogna mai rischiare, portando immediatamente la moto in un’officina per una verifica del lavoro eseguito.

Come sostituire il liquido dei freni della moto

Sostituire il liquido dei freni è un’operazione abbastanza semplice, che può essere effettuata presso un’officina specializzata oppure da soli con un po’ di fai da te. Innanzitutto bisogna eseguire l’intervento in un ambiente adeguato, avendo cura di raccogliere tutto il liquido contenuto nella vaschetta per non disperderlo nell’ambiente.

Per farlo bisogna utilizzare un contenitore di alluminio o di plastica, sufficientemente ampio per evitare fuoriuscite e sgocciolamenti esterni. Inoltre il recipiente deve poter essere chiuso ermeticamente con un tappo a vite, per non rischiare di far cadere il liquido durante il trasporto nelle discariche autorizzate.

Una volta sistemata la moto sul cavalletto centrale, con il manubrio bloccato dritto e dopo aver collocato il contenitore di raccolta, è necessario svitare il tappo della vaschetta del liquido dei freni e levare con attenzione la membrana di protezione. In questa fase è importante evitare di toccare la leva del freno, poiché potrebbe causare fuoriuscite e inficiare il lavoro di sostituzione del liquido dei freni.

Successivamente bisogna individuare la valvola di spurgo, solitamente posizionata vicino la pinza del freno. Dopo aver estratto il cappuccio di gomma va infilato un piccolo tubo di gomma per lo sfiato del condotto, inserendo l’altra estremità del tubo nel contenitore. Infine per far uscire il liquido è necessario svitare la vite di tenuta, effettuando qualche giro con una chiave.
È importante evitare di svitare completamente la vite, infatti basta allentarla per far defluire il liquido dei freni direttamente nella vaschetta di raccolta. Per evitare la formazione di bolle d’aria è consigliabile iniziare a riempire contemporaneamente la vaschetta con il nuovo liquido, cercando di mantenere costante il livello. Quando dalla valvola di sfogo inizia a uscire il liquido nuovo bisogna immediatamente riavvitare la vite.

A questo punto basta togliere il tubo di drenaggio, chiudere ermeticamente il contenitore con il vecchio liquido, serrare tutte le valvole precedentemente svitate e chiudere il coperchio della vaschetta. Prima di farlo bisogna assicurarsi di inserire correttamente le membrane di protezione, altrimenti quando la moto verrà accesa si correrà il rischio di fuoriuscite o di formazione di bolle d’aria.

Come effettuare lo spurgo dei freni della moto

Dopo aver cambiato il liquido è possibile proseguire con lo spurgo dei freni della moto. Si tratta di un’operazione leggermente più complessa, ma anch’essa come la sostituzione può essere effettuata da soli con un po’ di pratica e di pazienza. Prima di tutto è necessario controllare dopo qualche minuto che il livello del liquido dei freni sia al massimo, come indicato dalla tacchetta presente sulla vaschetta.

Dopodiché bisogna azionare lentamente la leva del freno, ripetendo quest’azione fino a quando non si vedono più bolle d’aria all’interno della vaschetta. In seguito si deve svitare nuovamente la valvola di spurgo, inserire ancora una volta il tubicino di gomma e riprendere a spingere la leva del freno fino a quando non diventa sufficientemente dura.

A questo punto bisogna mantenere azionata la pinza del freno, far uscire velocemente un po’ di liquido dalla valvola di spurgo e subito dopo chiuderla immediatamente. Qualora dovessero continuare a formarsi delle bolle d’aria è necessario ripetere l’operazione di spurgo, fino a che il liquido contenuto nella vaschetta sarà puro e privo d’aria.

Perché è importante effettuare lo spurgo dell’olio dei freni?

Lo spurgo del liquido dei freni della moto è un’operazione fondamentale, una delle più importanti per quanto riguarda la manutenzione ordinaria. Oltre a garantire una frenata sempre efficiente e precisa, essenziale specialmente in situazioni di emergenza, lo spurgo dei freni permette di mantenere in salute la moto e preserva il circuito frenante da rotture e altri problemi.

Dopo aver effettuato l’operazione di spurgo è consigliabile testare la frenata a moto spenta, per evitare rischi inutili ed eseguire la prova in completa sicurezza. Inoltre per una maggiore tranquillità basta lasciare il freno tirato per alcune ore, ad esempio durante la notte, bloccando la pinza con una semplice fascetta da elettricista. Se dopo tale test i freni sono al loro posto allora la moto è pronta per riprendere in sicurezza la strada.

Come smaltire l’olio usato dei freni della moto

Effettuare la sostituzione e lo spurgo dei freni della moto in officina offre diversi vantaggi, infatti non solo si ha la sicurezza di un intervento realizzato da professionisti, ma si risolve l’annoso problema dello smaltimento dell’olio esausto. Il liquido dei freni è un materiale altamente inquinante, che non può essere buttato nelle classiche discariche comunali, analogamente a quanto avviene quando si fa il cambio dell’olio del motore.

Lo smaltimento dell’olio dei freni deve avvenire presso centri di raccolta speciali, autorizzati a trattare questo tipo di rifiuto pericoloso. Di solito le aziende che effettuano questo servizio richiedono una quantità minima elevata, per cui una soluzione potrebbe essere quella di rivolgersi a un’officina e chiedere cortesemente di farsi carico del liquido estratto dalla propria moto.
Altrimenti bisogna trovare un punto di raccolta autorizzato a trattare l’olio esausto, oppure contattare il Consorzio Obbligatorio degli Oli Usati, COOU. Chiamando il Servizio Clienti è possibile conoscere la struttura idonea più vicina al proprio domicilio di residenza, per smaltire correttamente l’olio esausto dei freni della propria moto e rispettare l’ambiente.

Potrebbero interessarti anche