1. Home
  2. Food
  3. Mangiare bene

Tutti i segreti della vasocottura

La vasocottura può aiutare a mantenere molte proprietà nutritive che solitamente vanno perdute durante la preparazione degli alimenti. Ecco tutto ciò che c'è da sapere su questo metodo di cottura

Mangiare bene

La cottura in vaso degli alimenti presenta numerosi vantaggi, anche sotto il profilo nutrizionale. Se vuoi sperimentarla, su PG Magazine potrai scoprire tutti i segreti per praticare correttamente la vasocottura e ottenere pietanze gustose e salutari da portare sulla tua tavola.

Passato e presente della vasocottura

Come suggerisce il nome stesso, la vasocottura consiste nel cuocere i cibi all’interno di vasetti di vetro.

Sebbene questo metodo di cottura, di recente, sia diventato di gran moda, quella di cuocere i cibi dentro a dei vasetti non è certo una novità. Le nostre nonne ne facevano largo uso, perché era il metodo perfetto per conservare a lungo la frutta e la verdura raccolti in estate: grazie alla vasocottura si potevano conservare frutta e verdura intere, oppure preparare conserve e marmellate.

Oggi, questa particolare tecnica di cottura si è evoluta: mentre in passato veniva usata quasi esclusivamente per conservare i cibi, ora viene impiegata per preparare piatti di qualsiasi tipo, dai primi ai dolci.

I vantaggi

La vasocottura non è solo una moda o un vezzo che ha preso piede ultimamente ma un metodo di cottura che comporta numerosi vantaggi:

  • il sapore dei cibi risulta migliore, perché tutti gli aromi rimangono intrappolati all’interno del vasetto, un po’ come avviene nel caso della marmellata;
  • i cibi risultano più nutrienti e ricchi di vitamine, perché il tipo di cottura impiegato evita che si disperdano;
  • i tempi di cottura sono dimezzati e le pietanze possono anche essere preparate in anticipo.

I diversi tipi di vasocottura

Esistono diversi tipi di vasocottura:

  • in pentola, a bagnomaria;
  • in forno, sempre a bagnomaria;
  • al microonde;
  • in lavastoviglie.

Vasocottura in pentola

La vasocottura in pentola è di sicuro il tipo più comune e può essere utilizzata per ricette economiche, molto semplici o per preparazioni complesse. Si mettono nei vasetti tutti gli ingredienti necessari alla preparazione della ricetta, quindi si chiudono e si pongono in una pentola dai brodi alti, riempita per 2/3 di acqua. Con questa modalità di cottura ci vogliono circa 15 minuti affinché i cibi siano pronti.

Vasocottura in microonde

La vasocottura in microonde è forse quella più pratica e veloce di tutte. Per cuocere i cibi con questo metodo di cottura, ci vogliono all’incirca 6 o 7 minuti.

Vasocottura in forno

Per la vasocottura in forno, si devono porre i vasetti all’interno di un tegame o di una pirofila riempiti con circa 2 o 3 centimetri di acqua, quindi vanno infornati, impostando la temperatura del forno a circa 60°/80°. Per questo tipo di cottura si devono usare vasetti che non abbiano guarnizioni in plastica, che si scioglierebbero a causa del calore. Perché i cibi cuociano, con questo tipo di cottura, ci vogliono circa 20 minuti.

Vasocottura in lavastoviglie

La cottura in vaso può avvenire anche in lavastoviglie. Riempi i vasetti con i cibi prescelti, chiudili bene (per sicurezza, meglio metterli in dei sacchetti di plastica per uso alimentare resistenti al calore), ponili in lavastoviglie e avvia il ciclo di lavaggio. Per essere sicuri che i cibi cuociano, è bene impostare un ciclo di lavaggio intensivo.

I cibi e le ricette più adatti per la vasocottura

Con la vasocottura si possono cuocere carne, pesce, verdure, pasta, uova e molto altro ancora, ottenendo alimenti leggeri come quelli preparati con la vaporiera. L’importante è scegliere cibi che abbiano tempi di cottura simili ; spesso è utile tagliarli tutti a pezzi piuttosto piccoli, affinché cuociano in maniera corretta. Alcuni alimenti, come la pasta o le patate, devono essere lessati prima di poterli cuocere in vaso.

Se non l’hai mai provata e vuoi cimentarti con la vasocottura, puoi iniziare con delle ricette semplici, come i fagioli all’uccelletto, le melanzane a funghetto o il ragù napoletano. Se l’hai già sperimentata e vuoi metterti alla prova con qualcosa di più elaborato, puoi provare a realizzare un arrosto o una golosa torta al cioccolato.

Ora che hai scoperto tutti i segreti della vasocottura non ti resta altro da fare che preparare le tue pietanze cuocendole in vaso e stupire amici e parenti con la loro bontà!

Potrebbero interessarti anche