1. Home
  2. Food
  3. Dolci e gelato

Italiana, francese o svizzera: la meringa è un dolce per tutti

Italiana, francese o svizzera, la meringa è un dolce che piace a tutti. Da gustarsi al naturale o ripiena di panna e creme, è difficile da preparare e altrettanto facile da gustare

Dolci e gelato

La meringa è da sempre uno dei dolci più amati da grandi e piccini.

Ma qual è l’origine di questo famoso dolce, e quali differenze ci sono tra la meringa italiana, quella francese e quella svizzera?

Ecco tutto quello che dovete sapere sulla meringa!

Cos’è la meringa?

Che sia italiana, francese, oppure svizzera, la meringa è composta sempre dagli stessi due ingredienti: albume d’uovo e zucchero, solitamente in rapporto 2:1 o 1:1 tra zucchero e albume.

Dopo la cottura, se il procedimento lo richiede, la meringa assumerà il classico aspetto spumoso e al sua consistenza friabile, da gustarsi tutta al naturale o da riempire con creme e gelato come la nota brioche con il gelato siciliana.

Sebbene la si possa realizzare con pochi e semplici ingredienti, la preparazione della meringa nasconde molte insidie, che la rendono un dolce piuttosto complicato da preparare.

Storia della meringa

La meringa, di cui esistono diverse versioni, divenne famosa intorno al 1700, quando il pasticcere svizzero Gasparini la inventò, si dice, per amore di Maria Leszczyńsk, futura sposa di Luigi XV.

Per quanto riguarda il nome, la sua etimologia è pressoché incerta. Alcuni sostengono che il termine meringa derivi dal latino, altri che prenda il nome da una località svizzera.

In ogni caso, questo dolce tanto semplice quanto prelibato è giunto fino a noi, che possiamo gustarlo in tutte le sue golose versioni.

Meringa italiana, francese e svizzera: tutti i tipi di meringa che si possono preparare

Senza soffermarci sulla loro origine, adesso parliamo dei diversi tipi di meringa che si possono preparare, che sono 3:

– Meringa italiana;

– Meringa francese;

– Meringa svizzera.

La differenza principale tra le diverse tipologie di meringa risiede nel metodo di preparazione e nella cottura.

Meringa italiana

Iniziamo dalla meringa italiana. Si tratta forse del tipo di meringa più difficile da preparare, che richiede l’utilizzo di una planetaria e di un termometro da cucina per ottenere un risultato ottimale.

Mentre gli albumi montano nella planetaria, lo zucchero va sciolto insieme all’acqua in un pentolino e va riscaldato fino a che non avrà raggiunto la temperatura di 121°.

A questo punto, mentre gli albumi continuano a montare, lo zucchero caldo viene versato a filo all’interno della planetaria.

La meringa italiana può essere utilizzata per arricchire mousse e semifreddi o come decorazione per altri dolci tipici italiani; per darle il classico aspetto leggermente brunito, la si può gratinare in forno o caramellare con la fiamma ossidrica.

Meringa francese

La meringa francese o alla francese è forse il tipo di meringa più conosciuta e preparata così come gli altrettanto famosi macarons francesi. Si realizza preparando un composto che contiene in pari misura zucchero e albumi.

Si inizia montando gli albumi nella planetaria o con lo sbattitore elettrico; quando sono montati a neve ferma, si aggiunge, poco a poco, lo zucchero, e si continua a lavorare il tutto fino a che non sarà ben amalgamato.

Una volta pronta, si dà alla meringa francese la forma che si preferisce e la si mette ad asciugare in forno, alla temperatura di 50/ 60°.

La meringa alla francese si utilizza per preparare i classici spumoni e la base per la meringata.

Meringa svizzera

La preparazione della meringa svizzera differisce da entrambe le preparazioni precedenti.

In questo caso, sia gli albumi sia lo zucchero vengono riscaldati a bagnomaria fino a raggiungere la temperatura di 60°, poi vengono montati fino a raggiungere una consistenza spumosa; poi si realizzano le meringhe e le si cuociono in forno.

I segreti per ottenere una buona meringa

Come abbiamo detto, quella della meringa, italiana, francese o svizzera, è un tipo di preparazione piuttosto insidiosa, che può creare diversi problemi. Tuttavia, esistono alcuni accorgimenti che garantiscono maggiori possibilità di successo:

– La meringa va lavorata con strumenti puliti, che non sono venuti a contatto con alcun tipo di grasso;

– Tutti gli ingredienti devono essere a temperatura ambiente;

– La meringa deve essere montata bene, ma non va montata troppo, o rischia di liquefarsi e rovinarsi.

E voi? Quale tipo di meringa preferite? Quella italiana, francese o svizzera?

Potrebbero interessarti anche