1. Home
  2. Food
  3. Dolci e gelato

Macarons: gusti e tradizione del pasticcino francese più famoso

I macarons sono forse i dolcetti più popolari della pasticceria francese. Ecco come devono essere fatti e quali sono i gusti più curiosi

Dolci e gelato

Tra le ricette più popolari della pasticceria francese troviamo i macarons, piccoli pasticcini composti da due dischi di meringa colorata con un morbido ripieno aromatizzato. Somigliano forse ad un panino: per i più audaci, potrebbe trattarsi di una versione modificata del classico bacio di dama.

Le origini del macarons sono avvolte nel mistero, e la sua vera provenienza è fonte di grandi discussioni accademiche. Questo dolcetto che associamo, convenzionalmente, alla pasticceria francese, potrebbe infatti avere origini nella tradizione dolciaria italiana.

La storia del macaron

L’ipotesi più accreditata vorrebbe che il macaron sia nato nel cuore magico di Parigi, dalla mano esperta del pasticcere Pierre Desfontaines della Pâtisserie Ladurée. Fu lui a concepire la ricetta moderna, per la prima volta, e a renderlo quasi una popstar fra i dolci dell’epoca. Pierre e sua moglie furono pionieri delle prime sale da tè aperte anche alle donne, attorno al 1862, e i loro macarons francesi venivano riposti in scatole elaboratissime e preziose che attiravano l’élite della movida parigina. Prima di questo momento, però, il macarons veniva servito ripieno di marmellata, liquori e spezie, venduto al paio qua e là per le strade della capitale.

C’è chi dice, però, che la ricetta originale sia un’esclusiva edita dalla cucina di Caterina de’ Medici, che desiderò portare un regalo sfizioso alla corte del suo futuro marito, Enrico II, nel 1533 in Francia.

Macarons: i gusti della tradizione

Qualunque sia la variante del macaron francese che decideremo di gustare, anche per colazione, ci sono alcune regole molto precise che contraddistinguono un dolcetto ligio alla tradizione. L’esterno di meringa dev’essere croccante al morso, e avere un interno morbido e cremoso, che con il calore si scioglie in bocca. Il gusto è avvolgente e vellutato, morbido come una carezza per il palato. Tra gli elementi caratterizzanti del macaron francese c’è l’uso fantasioso del colore, un punto fermo della ricetta che apre un orizzonte di possibilità, gusti e bellezza. Il macaron non è solo una chicca dolciaria, ma dev’essere perfettamente rotondo (o a forma di cuore), proporzionato e soprattutto deve lasciar intendere, grazie al colorante, il sapore che si andrà a pregustare.

Tra i sapori più popolari, ricordiamo sicuramente il macarons al cioccolato, realizzato con una golosa ganache a base di cioccolato (bianco, al latte o fondente), panna e una noce di burro. Molto popolari sono anche i macaron alla fragola, al pistacchio, al limone, alla vaniglia e alla nocciola.

Macarons: i gusti più strani

Questo piccolo dolcetto si è fatto, negli ultimi anni, l’icona indiscussa della pasticceria francese alla moda e lo si trova anche in alcuni ricercati brunch della domenica, a concludere un pasto perfetto. La ricetta tradizionale si è arricchita ed evoluta in varianti davvero straordinarie. La meringa si è innalzata ad opera d’arte, con esempi marmorizzati di rara bellezza, mentre i ripieni divengono sempre più creativi e sfiziosi. Ecco alcune delle ricette di macaron più strane:

  • Macarons al caramello salato
  • Macarons alla zucca
  • Macarons alla liquirizia
  • Macarons cioccolato bianco e acqua di rose
  • Macarons al cioccolato e fiori d’arancio

Attualmente, alcune pasticcerie mettono a disposizione anche la variante salata del macaron, preparati con all’interno una ricca crema di formaggio che coniuga due delle grandi passioni francesi: pasticcini e latticini.

Potrebbero interessarti anche