1. Home
  2. Food
  3. Mangiare bene

I migliori piatti tipici della cucina calabrese

Ricchi di gusto e davvero sostanziosi: scopri i più apprezzati piatti tipici calabresi che (forse) ancora non conosci sfogliando le ricette proposte in questo articolo.

Mangiare bene

Una cucina povera, fatta di ingredienti semplici ma capace di creare ricette deliziose e dal gusto davvero incisivo: quella calabrese è una tradizione gastronomica che va oltre l’nduja e il peperoncino, e comprende tanti piatti tipici davvero sorprendenti. La ricchezza culinaria di questa calda penisola è data dalla varietà delle proposte, che cambiano regione per regione e che rendono i piatti tipici calabresi estremamente eterogenei. Benché il fil rouge possa essere comunque attribuito a “sua maestà” il peperoncino, i piatti tipici calabresi vanno oltre, e sorprendono per l’utilizzo di spezie, aromi e ingredienti poveri ma preziosi.

Scialatielli, maccheroni, fileja: scopri la pasta calabrese

Un pranzo o una cena non possono dirsi completi senza un bel piatto di pasta fresca regionale, e la Calabria in questo è decisamente competitiva. I primi piatti tipici calabresi sono caratterizzati non solo dai condimenti ma anche dal formato di pasta, che a seconda della regione assume un nome diverso. Quella più rinomata è la fileja, anche conosciuta come scialatielli, una sorta di maccheroni fatti in casa. La pasta fileja è tipica della cucina delle nonne, che solevano farli utilizzando il ferretto da calza per poi cuocerli e condirli con sughi a base di ragù di capra, sugo di ceci e non solo. Ottimo anche l’abbinamento con la cipolla di Tropea o con sugo di alici, pomodoro, mollica e capperi.

Piatti a base di carne: i secondi piatti della cucina calabrese

I secondi piatti tipici calabresi non hanno confini di gusto, e prevedono un utilizzo equilibrato sia di carne che di pesce, senza tralasciare alcune verdure come assolute protagoniste. Fra i piatti di carne più apprezzati troviamo le “purppetti”, tipiche polpette a base di maiale, uova, formaggio di capra e peperoncino, fritte nell’olio di oliva e servite ancora bollenti. Ottime anche le Mazzacorde, pezzi di agnello condito con olio, pomodori, cipolla ed erbette e accompagnate da abbondanti peperoni. Impossibile poi non citare la Soppressata, tipico salume calabro a base di carne di maiale condita con pepe nero, sale, peperoncino e finocchio: praticamente impossibile non trovarlo in qualsiasi tavola della penisola!

Secondi piatti di pesce e verdure

La posizione geografica della penisola offre la possibilità di assaggiare, fra i piatti tipici calabresi, anche delle specialità a base di pesce. Uno su tutti è sicuramente il baccalà, soprattutto quello cucinato “alla cosentina” con olive nere, peperoni, salsa di pomodoro, patate e allora. Ampiamente utilizzato anche il pesce spada come base per secondi gustosi, le acciughe e lo stoccafisso. Quest’ultimo è il protagonista di una grande varietà di ricette: con i fagioli, con i funghi e persino in insalata. Se è vero che carne e pesce sono immancabili fra le proposte dei secondi, in Calabria le verdure non sono da meno. Chi non ha mai sentito parlare almeno una volta delle deliziose polpette di melanzane fritte, delle melanzane ripiene o di quelle alla scapece? Ricette perfette per trascorrere una cena in famiglia, ma anche per allietare le feste e il Capodanno con piatti tipici da abbinare al classico panettone o pandoro.

Calabria come sinonimo di ‘nduja

Il premio assoluto come piatto tipico calabrese va alla ‘nduja, un salame che si trova sia nella versione piccante che in quella dolce. A differenza della soppressata la ‘nduja ha una consistenza morbida, il che la rende perfetta per essere spalmata su crostini, fette di pane alla brace, e per condire pizza, sughi e non solo.

Potrebbero interessarti anche