1. Home
  2. Food
  3. Mangiare bene

Conosci davvero il tartufo bianco?

Prezzi, caratteristiche e ricette per esaltare al massimo il sapore del pregiato tartufo bianco. Scopri tutto su quello che è considerato il re dei funghi!

Mangiare bene

Il prezzo del tartufo bianco dipende dalle annate. Le condizioni metereologiche, infatti, determinano la maggiore o minore produzione di uno dei cibi più cari al mondo. Quest’anno, complice un’estate piovosa, la raccolta del tartufo bianco è stata abbondante e il suo prezzo si è abbassato rispetto ad altre annate. Pertanto il costo al kg di un tartufo bianco nel 2018 è sui 2.100 euro. Lo scorso anno, invece, era di ben 3.500 euro.

Il tartufo bianco è così prezioso che c’è addirittura una Borsa del Tartufo che da ottobre a dicembre offre le quotazioni del re dei funghi. Il prezzo del tartufo dipende principalmente dalla sua grandezza, ma viene valutato anche il suo grado di maturazione e la sua forma. Il prezzo sale vertiginosamente quando il tartufo bianco viene venduto all’asta, raggiungendo cifre davvero importanti.

Le caratteristiche del tartufo bianco

Il tartufo bianco è uno tra i tipi di funghi che crescono sotto terra e prendono le sostanze nutritive dalle radici delle piante. Per la raccolta del tartufo vengono utilizzati i cani appositamente addestrati che grazie al loro olfatto riescono a sentire il caratteristico profumo del tartufo e a individuare il prezioso fungo, che si può trovare anche a una profondità di 50 centimetri sotto al terreno. Il profumo e il sapore del tartufo dipendono dal tipo di pianta da cui prende il nutrimento.

Per raccogliere i tartufi occorre avere un patentino, che viene rilasciato dopo avere superato un esame. Inoltre, la raccolta è consentita solo in determinati periodi e seguendo le regole stabilite dalla legge. Il tartufo bianco viene raccolto da ottobre a dicembre in diverse regioni italiane, dal Piemonte alla Lombardia, passando per la Toscana e l’Emilia Romagna, fino ad arrivare al sud della Penisola. Una curiosità: il tartufo più grande mai raccolto è stato trovato nel 1954 e aveva un peso di ben 2,5 kg. Fu regalato ad Harry Truman che a quel tempo era presidente degli Stati Uniti.

Le ricette a base del pregiato tartufo bianco

Una volta raccolto, il pregiato tartufo bianco può essere utilizzato in cucina per impreziosire diversi piatti e preparare un menu autunnale raffinato. Scaglie sottili di tartufo possono essere messe sugli antipasti e sui primi, come risotti o tagliatelle. È ottimo anche sulla fonduta e sulle uova al tegamino. Il tartufo bianco se fresco, deve essere consumato rapidamente, perché non può essere conservato a lungo. Il tartufo ha diverse proprietà nutrizionali. Contiene varie proteine che sono facilmente digeribili e importanti sali minerali.

Se ti è venuta l’acquolina in bocca e vuoi assaggiare il tartufo bianco, non occorre che ti improvvisi tartufaio e che ti metti alla ricerca del famoso fungo in mezzo ai boschi. Ti basta cercare online i rivenditori di tartufi nella tua zona. Puoi acquistarne anche uno piccolo, se non vuoi spendere una cifra esagerata. Così, potrai preparare a casa tua piatti da vero gourmet a base di tartufo bianco.

Potrebbero interessarti anche