1. Home
  2. Bellezza
  3. Capelli

Tweed balayage, come si realizza uno dei trend di stagione

State valutando la possibilità di convertivi al tweed balayage e volete capire se faccia al caso vostro? Scoprite qui tutte le informazioni necessarie e i costi

Capelli

Prende il nome dal tessuto preferito di Coco Chanel ed è uno dei trend di stagione in fatto di hair style: scopriamo tutto quello che c’è da sapere sul Tweed Balayage.

Con l’arrivo della stagione autunnale e del clima uggioso, tutti sentiamo il bisogno di illuminare il nostro look a cominciare dai capelli. Il nuovo trend in fatto di hairstyle è il tweed balayage, una pratica che prende il nome dal tessuto preferito di Coco Chanel e che, proprio in linea con lo spirito della stilista francese, conferisce un tocco di classe ed eleganza a chi sceglie di sfoggiarlo.

State valutando la possibilità di convertivi al tweed balayage e volete capire se faccia al caso vostro e quali sono i costi di questa nuova tecnica? Scopritelo su PG Magazine!

Cos’è il tweed balayage

Come suggerisce lo stesso nome, il tweed balayage è una tecnica di balayage che prevede ciocche più chiare che non partono da metà lunghezza, ma che si fanno sempre più vicine alle radici. In questo modo, si produce un effetto luminoso che pervade i capelli in modo naturale ed abbastanza uniforme, senza creare fastidiosi distacchi cromatici.

Proprio come succede per il cucito, la tecnica si applica a piccole ciocche in ogni sezione di capelli, così da valorizzarne anche le sfumature naturali. Le basi vengono realizzate più chiare per completare le ciocche biondo chiaro, oppure queste vengono evidenziate meno per adattarsi a uno sfondo scuro. Essendo inoltre un balayage dall’effetto naturale e uniforme, non necessita di frequenti appuntamenti dal parrucchiere.

A chi sta bene il tweed balayage

Il tweed balayage è quindi una scelta consigliata a chi non sta cercando di stravolgere il proprio look, ma vuole semplicemente modificarlo in modo impercettibile. Non si tratta di un cambio radicale, ma di piccoli miglioramenti che nel complesso illuminano e rendono più radioso il look di chi lo sfoggia.

Inoltre, poiché a contrario del balayage tradizionale parte poco distante dalle radici, non è consigliato unicamente alle persone dotate di una lunga chioma. A contrario, il tweed balayage può rivelarsi un valido alleato anche per chi sfoggia un taglio corto o di media lunghezza. Il contrasto è tuttavia più evidente su colori chiari, in primis biondi, ramati e castani, mentre è difficilmente applicabile ai capelli corvini.

Come si realizza il tweed balayage

Il tweed balayage necessita di mani esperte per poter essere realizzato in modo naturale e senza sbavature. Per questo motivo, qualora abbiate intenzione di sfoggiarlo nei prossimi mesi, vi consigliamo di prendere un appuntamento del vostro parrucchiere di fiducia. Per quanto bravi si possa essere, il tweed balayage, ancor più delle naturali tinte, deve infatti essere realizzato da qualcuno che abbia una buona padronanza di colorazioni e tinte e che sia in grado di scegliere la tonalità migliore per non creare un contrasto troppo acceso con la radice.

In merito ai costi, differiscono sensibilmente da quelli di un balayage tradizionale. Il prezzo finale varia chiaramente di salone in salone e a seconda della vostra città, ma in linea di massima si parte da una base di circa 65 euro.

Potrebbero interessarti anche