1. Home
  2. Bellezza
  3. Tatuaggi e piercing

Piercing all'orecchio: i 13 più richiesti

Il piercing all’orecchio è un accessorio che completa il look ed esalta la personalità di chi lo porta.  sua personalità. Ecco i 13 tipi più richiesti ai piercer.

Tatuaggi e piercing

Se anche tu, come molte altre persone, stai per prendere la decisione di fare un piercing all’orecchio, non puoi che leggere questo articolo in cui descriviamo, nel dettaglio, i 13 tipi di piercing all’orecchio più richiesti. 

Tragus piercing

Il trago è la parte di cartilagine che sporge davanti al canale uditivo, con la funzione di proteggere questa zona particolarmente delicata del corpo umano. Questo piercing viene eseguito a mano libera dal professionista, il quale non dovrà assolutamente adottare la pistola, al fine di evitare degli impatti violenti che potrebbero danneggiare l’orecchio. Vi sono varie leggende metropolitane negative a riguardo del tragus piercing, ma che vogliamo sfatare. Questa perforazione è una delle più sicure, se eseguita da chi svolge il lavoro di piercer da diversi anni. Inoltre non crea alcun effetto collaterale (ad es. febbre, mal di testa, labirintite o paralisi facciale). Rivolgiti quindi ad un centro specializzato e non farti influenzare da certe dicerie. Il costo di questo buco varia tra i 40 e i 60 euro.

Anti tragus piercing

L’ anti- trago è quella parte particolarmente dura dell’orecchio in posizione esattamente opposta al trago ed è situata nella zona vicino al lobo. Questa perforazione è più recente rispetto a quella del trago ed è molto in voga tra i giovani. Seppur sia particolarmente doloroso, l’anti tragus piercing, se effettuato da mani esperte, eviterà possibili complicanze. Il professionista utilizzerà tutte le norme-igieniche sanitarie del caso, così da evitare la formazione di infezioni e anche in questo caso la lavorazione verrà effettuata a mano libera con un ago. Avere un piercing simile crea un look decisamente cool e alternativo.

Helix piercing

La perforazione, nel caso dell’helix piercing, viene effettuata sul bordo esterno del padiglione auricolare, nella parte alta dell’orecchio. Tra le più quotate, tuttavia non rientra tra le ultime mode. Ha origini più antiche rispetto ai piercing precedenti. La lavorazione effettuata in questa zona avviene esclusivamente tramite ago. Diffida da chi ti propone di effettuare il buco con una pistola. Infatti, a differenza dell’ago, la pistola non può essere sterilizzata e potrebbero crearsi delle infezioni nell’orecchio. Inoltre, un professionista in gamba dovrebbe sempre farti firmare il modulo di consenso e dovrebbe chiederti se hai particolari allergie o problemi fisici, a causa dei quali assumi particolari farmaci. Il look che l’helix piercing conferisce è decisamente cool, con una piccola nota aggressiva all’aspetto, seppur rimanga discreto. Adatto sia a femmine che a maschi, questo piercing all’orecchio si abbina con qualsiasi abbigliamento e accessorio.

Snug Piercing

Lo snug piercing, chiamato anche anti-helix, forward helix ed helix-rod, viene fatto esattamente sopra il trago, sul bordo dell’orecchio. Questo piercing è particolarmente di moda, tuttavia alcuni non possono farlo perché la personale conformazione di questa zona non permette la perforazione. Come i piercing precedenti anche questo viene effettuato con l’ago e il periodo di guarigione è più o meno uguale a tutti gli altri: in genere un piercing all’orecchio impiega al massimo un mese per guarire completamente. Come gioielli puoi utilizzare degli anelli a forma di cavallo, dei comuni cerchi con sfera oppure una barra dritta (detta anche labret).

Rook Piercing

Il rook piercing viene effettuato nella piega interna del padiglione auricolare, ovvero nella piccola ondulazione sopra il trago (che non tutti hanno). Anche questo piercing va fatto rigorosamente con l’utilizzo di aghi sterilizzati, nonché vari cambi di guanti che il professionista, abituato a questo tipo di lavori, svolgerà durante l’operazione. Non aver timore di perdite di sangue, in quanto tutta questa zona è composta da cartilagine. Giusto qualche attimo ed avrai il tuo rook piercing stiloso.

Daith Piercing

Il daith piercing è un buco sopra il trago posta in quel punto dell’orecchio chiamato radice dell’elice. Questo piercing è molto di moda negli USA, ma anche in Italia sta riscuotendo un discreto successo grazie ad alcuni personaggi famosi che lo sfoggiano sulle varie copertine patinate e sui social network. La perforazione attuata con un ago, è più veloce e facile da curare rispetto ad altri buchi, vista la protezione all’interno dell’orecchio. La lunghezza ed il diametro del gioiello sarà differente in base a quanto è grande questa piega nelle persone. Alcuni, ad esempio, necessiteranno piercing di grandezza diversa rispetto ad altri.

Piercing al lobo

Il piercing al lobo è la più tradizionale e diffusa perforazione all’orecchio. Una volta c’era proprio la tradizione di fare un buco al lobo delle bambine da parte delle mamme. Questa tradizione non è tuttavia scomparsa, ma oggi possedere un orecchino in questa parte dell’orecchio è più che altro una questione di moda.

Il lobo è sicuramente la parte più tranquilla dell’orecchio dove l’operatore potrà lavorare. Quindi niente paura. Sembrerà strano, ma anche qui la pistola non va assolutamente usata. Sono tanti, infatti, gli operatori che usano questo strumento pericoloso. Un professionista serio, tuttavia, non vi proporrà mai, neanche in questo caso, l’utilizzo di macchine automatiche. I gioielli che vi consigliamo di usare per un piercing al lobo sono quelli in acciaio chirurgico e titanio e quelli in oro ed in argento (possibilmente certificati).

Outer conch piercing

L’outer conch piercing è posizionato all’interno dell’orecchio (esattamente nel mezzo), nella parte esterna della conca del padiglione. I piercing di questo tipo vanno trattati esattamente come gli altri (ad es. pulendoli due volte al giorno con acqua di mare isotonica) ma vi invitiamo a seguire i consigli del professionista che ha eseguito l’operazione.

Orbital piercing

L’ orbital piercing si ottiene praticando due fori nell’orecchio, i quali sono uniti da un unico gioiello. Esso può essere effettuato in qualsiasi parte dell’orecchio si desideri, ma è molto popolare sul lobo. In genere un piercing orbitale impiega dalle 3 alle 6 settimane per guarire completamente.

Forward helix piercing

Questo piercing viene posizionato sopra il trago, nella parte terminale della piega dell’orecchio, una zona particolare e meno interessata da questo tipo di operazioni. Tra i gioielli indicati vi sono gli anelli a bananina in acciaio chirurgico, ma sono perfette anche delle barrette dritte.

Industrial piercing

L’industrial piercing è per veri temerari ed alternativi. Non viene attuata una sola perforazione, ma di più, in quanto il piercing attraversa l’orecchio in diversi punti. Bastano anche due fori, così da far passare un orecchino a staffa piuttosto lungo. Rispetto agli altri piercing all’orecchio, è una tecnica abbastanza impegnativa, tuttavia è molto diffusa.

Auricle piercing

L’auricle piercing avviene tramite la perforazione della parte centrale dell’esterno del padiglione auricolare, tra l’elice e il lobo. Negli ultimi anni è diventata una delle opzioni di piercing più richieste per il suo fascino, nonostante il moderato dolore che si subisce con la perforazione di questa parte dell’orecchio. Infatti l’ago passa attraverso la cartilagine ed è più doloroso rispetto ad altri piercing all’orecchio.

Transverse piercing

Il transverse piercing è una delle meno dolorose perforazioni dell’orecchio. Infatti la cartilagine non viene colpita ma soltanto il lobo, in orizzontale: il foro avviene nei due angoli opposti del lobo ed il gioiello, solitamente una barretta dritta, viene fatto passare tra i due buchi. La guarigione è meno rapida rispetto ai piercing precedenti, in quanto viene forata una porzione di carne maggiore.

Invece di un piercing all’orecchio, preferisci un septum piercing, uno snake bite piercing o un piercing all’ombelico “retro”? Ricorda che, qualunque deciderai di fare, la scelta più importante ricadrà sull’orecchino per piercing da utilizzare, che dovrà essere rigorosamente senza nickel!

Potrebbero interessarti anche