1. Home
  2. Bellezza
  3. Capelli

Hennè biondo sui capelli decolorati: consigli utili

Come procedere in caso vogliate fare l'hennè biondo sui capelli decolorati? Scopri tutti i consigli e i dettagli importanti in questo articolo di PG Magazine

Capelli

Non c’è niente di meglio di un restyling al proprio look, giocando con le tonalità e la luminosità della propria chioma. Se hai in mente di dare nuova brillantezza ai tuoi capelli con dei riflessi di luce, l’hennè è un’alternativa naturale sempre più apprezzata e a buon mercato, ma senza essere invasivi e aggressivi con le tinte tradizionali, che spesso contengono prodotti chimici. L’hennè biondo è una scelta perfetta e molto green per un colore lucente e per nutrire i capelli. Scopri di più!

Hennè ed hennè biondo a confronto

L’henné è uno dei prodotti base della fitocosmesi, conosciuto ed utilizzato da migliaia di anni dall’Antico Egitto, all’India, all’Africa. L’henné propriamente detto è l’henné naturale o rosso, ricavato dalle foglie essiccate e polverizzate di un arbusto, la Lawsonia inermis. L’henné neutro, invece, si estrae da un’altra pianta, la Senna Italica (anche conosciuta con il nome di Cassia Obovata). L’henné è dotato di proprietà riequilibranti che vanno a beneficio del cuoio capelluto, utili per combattere la seborrea e la forfora grassa.

L’hennè biondo è un’altra variante di origine naturale che regala alla chioma sfumature dorate come quelle dei capelli baciati dal sole estivo, ma senza la secchezza dell’esposizione ai raggi più forti. È spesso accompagnato da un mix di erbe tintorie, cioè che hanno la capacità di rilasciare pigmentazione sulla cute: il Katam (Buxus dioica), l’Indigo e la Lawsonia. Perfetto per chi ha capelli castano chiaro o biondo, ma privo di effetti cromatici in caso di chiome più scure. Inoltre, l’hennè biondo può coprire i capelli bianchi, ma servono delle accortezze nell’applicazione e non tutte le erbe tintorie li coprono totalmente.

Hennè su capelli decolorati

Tinte e decolorazioni sono compatibili con l’henné e le erbe tintorie? Sì, ma con piccole accortezze. L’henné puro non dà problemi su capelli tinti o decolorati. Le altre erbe tintorie non creano seccature, tranne l’Indigo. Da escludere la decolorazione se l’hai utilizzato, poichè potresti ritrovarti con i capelli verdi! Riflettete anche sull’utilizzo dell’hennè biondo su capelli decolorati, poiché è più probabile ottenere un ramato e non il classico biondo-giallo. Soprattutto controllate che l’henné non contenga picramato di sodio, per evitare spiacevoli risultati cromatici.

Hennè biondo: le sfumature di colore

È bene ricordare che le tinte naturali a base di erbe non hanno la facoltà di schiarire o decolorare i capelli, perché non contengono sostanze adeguate, come ad esempio l’acqua ossigenata. Non è perciò possibile creare colpi di sole con una colorazione vegetale, ma ottenere un colore simile al proprio, arricchito di riflessi vibranti e luminosi o una tinta più scura, tono su tono. Se avete in mente un effetto biondo dorato, aggiungete all’hennè un impacco di limone, yogurt o miele e dell’infuso di camomilla che accentua il dorato, come la chioma di Blake Lively e Sienna Miller.

Blake Lively

La tinta vegetale Khadi dalla nuance biondo miele, è l’hennè perfetto per donare corpo e lucentezza e regalare ai capelli un po’ spenti un colore brillante come quello di Bella Hadid e January Jones. L’hennè con nuance biondo freddo si accompagna spesso a polveri di: melograno, rabarbaro e indigofera. Se si aggiunge una Miscela Camomilla, si arriverà ad un biondo chiaro freddo come quello di Michelle Williams e Karlie Kloss. In alternativa, mescolato con il Nocciola, ecco un biondo scuro molto freddo come quello di Michelle Pfeiffer e di Elizabeth Olsen.

Sienna Miller

L’hennè biondo è un composto raccomandato per schiarire i capelli in modo naturale e delicato, andando a formare quelle invidiabili sfumature di tonalità più chiare ultra trendy.

Potrebbero interessarti anche