1. Home
  2. Animali
  3. Alimenti e accessori

Quali sono i migliori collari per cani?

Ad ogni cane il suo collare: scopri i più idonei per garantire al tuo pet sicurezza e comfort a casa e fuori

Alimenti e accessori

Una cosa è certa, per il nostro migliore amico a quattro zampe cerchiamo solo il meglio, e non è sempre facile barcamenarsi tra offerte, nuove trovate, prodotti realmente utili o prodotti “spilla soldi”. Soprattutto non è sempre facile capire le varie tipologie di collari per cani e quali sono i giusti usi: vediamolo insieme.

Collare antipulci

Sull’utilità del collare antipulci per cane ci sono pareri discordanti, c’è chi lo ritiene utilissimo e chi lo considera un inutile spreco di denaro. Sicuramente per renderlo efficace c’è da fare una premessa: questo tipo di collare viene utilizzato come prevenzione e non come cura, ovvero nei periodi di maggior contagio di rischio – marzo e ottobre – si fa indossare al nostro amico a 4 zampe il collare in modo che eviti di prendersi pulci o zecche, con il rischio di contrarre la leishmaniosi. Quindi, non è efficace se il nostro cane è già infestato.

L’attivazione del collare antipulci è facilissima: basta farlo indossare al nostro cane e sentiremo piano piano un odore caratteristico, dovuto alla presenza delle sostanze che permettono di tenere alla larga gli insetti indesiderati. Il nastro del collare antipulci si scalda grazie al calore dell’animale, rilascia le sostanze che penetrano nelle ghiandole sebacee e si distribuiscono uniformemente sull’animale: dopo circa 2 giorni il nostro fedele compagno sarà completamente protetto. A seconda della preferenza della coppia cane/padrone è possibile scegliere differenti tipi di collari antipulci:

  • Collari insetticida. Contengono delle sostanze chimiche particolari che tengono lontano pulci e zecche. Sicuramente l’azione è più di impatto, ma anche le possibili controindicazioni sono maggiori.
  • Collari biologici e/o naturali. Sono a base di oli essenziali e principi attivi naturali, sono più delicati dei collari insetticidi, sia sul nostro amico peloso che sugli insetti che potrebbero aggredirlo.
  • Collari a ultrasuoni. Sono a base di ultrasuoni in grado di respingere vari insetti. Questo è il tipo di collare più dibattuto, non sono in molti a riscontrarlo efficace.

Collare a strozzo

C’è un grande dibattito sul collare a strozzo: per alcuni è una forma di tortura, per altri un mezzo di addestramento. Anche in questo caso c’è da fare una premessa: ogni oggetto deve essere usato con la giusta conoscenza e coscienza, perché nelle mani sbagliate quasi tutto riesce a diventare nocivo. Per questo alcuni preferiscono chiamarlo “collare scorrevole”, perché la sua funzione è quella di “scorrere”, non di strozzare il cane. Nel linguaggio comune si è comunque imposta questa denominazione, quindi useremo il termine collare a strozzo anche noi.

Questo tipo di collare per cani va usato solamente per un periodo di training limitato e non si può usare su cuccioli e cani di taglia piccola per non danneggiare la loro salute e lo strappo deve essere sempre breve, mai violento, utilizzato solo per richiamare all’ordine Fido. È un articolo che va conosciuto bene e utilizzato con un atteggiamento positivo; violenza e aggressività sono le armi peggiori per educare un cane fin da quando è cucciolo, con o senza collare a strozzo.

Collare gps

Sono diversi anni che si sente parlare di collari gps per cani, utili soprattutto per quei cani lasciati più “liberi” di vagare o che hanno tendenze di fuga poiché non idoneamente addestrati per il guinzaglio. Non solo possiamo avere in tempo reale la posizione del nostro animale domestico, c’è di più: tramite una app sul telefono si possono creare una serie di recinti virtuali e ogni volta che il cane ne supera uno ci verrà inviato un avviso. Possiamo così sapere in ogni momento se il nostro cane è ancora nel nostro giardino o si è allontanato troppo. Per gli esemplari più ubbidienti, abituati a passeggiare da soli, ci sono ulteriori funzioni: possiamo decidere la distanza che il cane può percorrere e quando decidiamo che deve tornare il collare gps emetterà un suono o una vibrazione che consentiranno all’animale di capire che è giunto il momento di tornare indietro.

Potrebbero interessarti anche