Guida di Acerra: aziende, servizi e comuni

Acerra è uno dei più grandi comuni dell'area metropolitana di Napoli, secondo soltanto a quello di Giugliano in Campania. Famoso per aver dato i natali alla maschera simbolo di Napoli nella Commedia dell'Arte, il nome di Acerra è legato a doppio filo a quello di Pulcinella.
Dopo un passato glorioso e prospero in epoca antica, ha conosciuto successivamente un periodo di gloria in epoca normanna, quando fu costruito l'attuale castello della città in sostituzione di quello precedente, finito distrutto dagli eventi bellici.

Le ricerche più frequenti di Acerra

Visitare Acerra e dintorni

Il Duomo di Acerra venne eretto su un antico tempio dedicato a Ercole, ma diversi danneggiamenti, subiti nel corso della sua storia, ne resero assolutamente necessaria la ricostruzione nell'arco del XIX secolo. La facciata in stile neoclassico è  imponente, armonica ed elegante mentre l'interno è a croce latina e conta tre navate. Vi sono custodite opere d'arte di una certa rilevanza, tutte risalenti al diciassettesimo o al diciottesimo secolo. Ancora più antica è un'acquasantiera del Cinquecento.

Il castello dei Conti di Acerra era così famoso per le bellezze artistiche che conteneva e per la bellezza del luogo in cui era stato eretto, che nel Quattrocento la futura sposa del re di Napoli vi soggiornò durante il suo lungo viaggio dalla Puglia alla capitale del Regno. Attualmente il castello ospita la Civica Scuola di Musica di Acerra.

Parco Archeologico di Suessula

In epoca romana, Suessula era una prospera cittadina costruita in un punto estremamente favorevole al commercio, lungo la via principale che collegava il sud Italia a Roma. Nel corso del tempo Suessula conobbe un progressivo e inarrestabile spopolamento, tanto che le sue architetture sparirono quasi completamente, inglobate dalla boscaglia e dall'avanzare delle paludi. 
Nel corso dell'Ottocento i resti archeologici di Suessula vennero nuovamente alla luce grazie all'opera della famiglia Spinelli, che possedeva le terre in cui la città anticamente sorgeva. Dopo un'importante campagna di scavi, vennero alla luce moltissimi reperti di grande interesse che vennero esposti all'interno della Casina Spinelli
Con l'arrivo dei Tedeschi durante la seconda guerra mondiale, la residenza degli Spinelli venne eletta a quartier generale e, nel momento in cui le truppe tedesche dovettero darsi alla fuga per l'arrivo degli Alleati, molti reperti d'oro vennero trafugati. Successivamente la collezione venne donata al Museo Archeologico di Napoli, dove ancora oggi è custodita.

Mangiare e dormire ad Acerra

Acerra dista una manciata di chilometri dal centro storico di Napoli. Se si dispone di un'automobile pernottare ad Acerra può essere un ottimo modo per visitare le bellezze del capoluogo campano e dei suoi dintorni. Uno dei più rinomati hotel di Acerra è il Grand Hotel Elite

Naturalmente molto conosciute sono anche le pizzerie di Acerra: Pizzeria Regina (che ha due sedi in città) e Pizzeria La Mimosa sono la scelta più sicura quando ci si trova in città e si ha voglia di mangiare della buona pizza napoletana.
Per una cena più sportiva c'è Joe Burger, una paninoteca che riesce a coniugare lo stile americano con gli ingredienti della tradizione gastronomica della zona. I prezzi sono modici e le porzioni estremamente abbondanti.

Le località più cercate