1. Home
  2. Sport e tempo libero
  3. Abbigliamento e attrezzature

Muta su surf: come sceglierla?

La muta da surf è fondamentale se hai intenzione di dedicare quest'estate al surf in luoghi bagnati dall'oceano: ecco tutte le indicazioni su come sceglierla

Abbigliamento e attrezzature

Estate, per molti, fa rima con una sola cosa: divertimento! E quale miglior modo di divertirsi in estate se non quello di praticare uno sport acquatico? La maggior parte di questi, però, hanno in comune un elemento che è consigliabile acquistare con criterio e cognizione: la muta da surf. La muta da surf è infatti fondamentale per chi desidera lanciarsi in avventurose sfide con il kitesurf o con il surf, sfidando le onde impetuose del mare e imparando a gestire il proprio equilibrio al di fuori del pelo dell’acqua. Scopriamo insieme, attraverso questa guida, come scegliere la giusta muta da surf per imparare a cavalcare le onde come un vero e proprio maestro.

I criteri giusti per scegliere la muta da surf

Si potrebbe pensare che la muta da surf per uomo o la muta da surf per donna siano tutte uguali: niente di più errato! Per sapere con esattezza quale muta da surf è il caso di acquistare, bisogna prendere in considerazione le proprie esigenze e conoscere perfettamente “il proprio mare”. Cosa significa? Significa che, a seconda della temperatura dell’acqua e anche del tempo dedicato all’attività del surf, sarete poi in grado di orientarvi verso la scelta più corretta. La muta da surf può variare le proprie caratteristiche a seconda della temperatura dell’acqua, partendo dai 7° fino ad arrivare ai 25°. La qualità della muta da surf cambia anche secondo l’utilizzo che ne fate in mare: tute più basic sono quelle per chi ha intenzione di “surfare” per un’ora, che cambiano con mute più “pro” se si ha intenzione di fare attività fino a 3 ore. 

Le caratteristiche di una buona muta da surf 

La muta da surf, oltre a differenziarsi per stagionalità e per lunghezza delle maniche e della gambe, va considerata sulla base di alcune caratteristiche fondamentali. È molto importante far caso al materiale con il quale questa è prodotta, solitamente il neoprene, di cui però esistono varie tipologie. Per chi non ha troppe pretese, andrà benissimo il neoprene standard, mentre chi punta a vere e proprie acrobazie marittime è meglio che scelga il neoprene superstrech, dall’ottima vestibilità e adattabilità.

Lo spessore della muta

Un’altra caratteristica per scegliere la giusta muta da surf è quella dello spessore, che deve necessariamente essere minore se si parte per paesi con acque molto calde e temperature alte, e maggiore se si decide di surfare in acque più fredde. 

Come una seconda pelle

In conclusione, la muta da surf per bambino, donna e uomo deve soprattutto godere di un’alta vestibilità. Il consiglio è quello di non acquistare mai una muta da surf ad occhi chiusi, ma di recarsi in negozi specializzati per provarne di diverse e “sentire” quale possa essere quella più adatta alle proprie esigenze. Fate molta attenzione ai punti di sfregamento e alla libertà dei movimenti, che devono risultare fluidi e naturali.

Potrebbero interessarti anche