1. Home
  2. Shopping
  3. Scarpe

Ad ogni piede la scarpa perfetta

A seconda della forma delle dita, i piedi si distinguono in "greco", "egizio" o "romano": scopri le caratteristiche e quale scarpa è la più comoda da indossare.

Scarpe

Il segreto per trovare scarpe comode? Sceglierle in base alla forma del piede! Esistono infatti diverse tipologie di piede: da quello greco a quello romano, sino all’egizio. Secondo gli esperti il trucco per scegliere scarpe comode da donna e da uomo sta nel prendere in considerazione la conformazione del piede.

Scarpe comode: come sceglierle

La forma del piede non è solamente una questione di estetica, ma anche di funzionalità. Le tre forme principali – greca, egizia e romana – derivano dalla tipologia di vele che venivano utilizzate dalle navi di Greci, Egizi e Romani. I piedi infatti non sono tutti uguali e raccontano molto di noi. Ad esempio la podomanzia afferma che la differenza di lunghezza fra l’alluce e le altre dita svela molto della nostra personalità. Allo stesso modo i professionisti del settore sono convinti che la forma delle estremità inferiori sia fondamentale per non incorrere in inconvenienti dolorosi soprattutto quando camminiamo per diverse ore.

Scarpe comode: il piede greco

Il piede greco ha una forma affusolata, con il secondo e il terzo dito allungati. Viene considerato esteticamente il più bello, tanto che spesso viene definito come “piede da modella”. Consente di indossare qualsiasi tipologia di scarpa senza problemi, anche i modelli più ostici, come quelli a punta e con il tacco alto. Le dita infatti trovano spazio nella calzatura in modo confortevole e senza problemi adattandosi alla struttura. L’unica regola da seguire per trovare delle scarpe comode è evitare le altezze estreme e le forme troppo spigolose che costringono il piede ad una flessione pronunciata e rendono difficile la possibilità di sostenere il peso del corpo.

Scarpe comode: il piede egizio

Il piede egizio è particolarmente diffuso ed è caratterizzato da un alluce molto lungo, con le altre dita che presentano una lunghezza decrescente. Chi possiede questo tipo di piede non riesce ad indossare le calzature troppo strette, che non lasciano abbastanza spazio all’alluce. Le scarpe comode in questo caso sono quelle che concedono molto spazio alle dita, avvolgendole, ma consentendo il movimento, per evitare la formazione di vesciche e contratture. Chi ha questo piede dovrebbe scegliere modelli con la punta arrotondata e con una buona aderenza sul tallone, come i sandali aperti e i pee toe.

Scarpe comode: il piede romano

Il piede romano (detto anche latino) presenta una forma squadrata e larga, con il secondo e il terzo dito lunghi come l’alluce e gli ultimi due ridotti. Chi ha questa tipologia di piede dovrebbe evitare le calzature particolarmente strette, che spingono l’alluce contro il secondo dito e che con il tempo potrebbero provocare la formazione dell’alluce valgo. Il piede romano risente dei tacchi alti e di tutte quelle calzature che spingono l’avampiede in avanti, riducendo al minimo lo spazio che viene occupato dalla punta e portando allo sfregamento della pelle contro la tomaia. Meglio scegliere modelli comodi, con una pianta larga e che si modellano sul piede senza costringere.

Potrebbero interessarti anche