1. Home
  2. Shopping
  3. Abbigliamento

Abito sartoriale o su misura? Ecco le differenze e i prezzi

Esistono delle notevoli differenze tra un made to measure e un bespoke. Se vuoi acquistare un capo di qualità è opportuno conoscerle. Scopri di più in questo articolo

Abbigliamento

Spesso si fa confusione tra made to measure e bespoke, ovvero abito su misura e abito sartoriale. Eppure tra di essi intercorre una differenza notevole. Sapere il significato di taglio sartoriale è un dettaglio molto importante, in quanto rende la scelta di un abito molto più semplice, senza doversi districare tra miriadi di alternative non conoscendo bene le differenze delle varie opzioni. Se hai deciso di acquistare un nuovo capo o un abito da sposo perfetto, in questo articolo potrai conoscere il significato e le differenze tra questi termini, che sicuramente ti potranno tornare utili appena avrai l’esigenza di arricchire il tuo guardaroba.

Abito su misura: significato

L’ abito su misura parte da una modellistica di base, ovvero da un cartamodello industriale già esistente che viene scelto dal cliente per essere modificato tenendo conto della propria fisicità.
A differenza degli abiti prêt-à-porter (ovvero gli abiti preconfezionati) è quindi possibile personalizzare il capo con dimensioni precise, nonché pattern e tessuti di proprio gusto, risultando di conseguenza maggiormente vestibile e, appunto, “su misura”.

Inoltre, per quanto riguarda la confezione, a differenza dei capi preconfezionati, i quali non sono intelati (ovvero non possiedono la tela tra il tessuto e la fodera), quelli su misura sono sempre semi-intelati: in pratica, tra la fodera ed il tessuto dell’abito viene inserita una tela che conferisce maggiore struttura alla giacca, migliorandone notevolmente la vestibilità.

Oggigiorno è possibile acquistare vestiti su misura non soltanto in un negozio specializzato, ma anche online. Molti e-commerce offrono la possibilità di personalizzare il proprio capo prendendo le misure comodamente da casa. Tuttavia, è sempre maggiormente consigliato rivolgersi a un sarto, sia per toccare con mano i tessuti e verificarne la qualità, sia per avere la garanzia di un prodotto made in Italy. In questo caso, a differenza dell’acquisto online, si dovrà pazientare un po’ di più, in quanto per la realizzazione di un abito su misura da parte di un sarto sono necessari all’incirca 2 mesi.

Abito sartoriale: significato

L’abito sartoriale, o bespoke (che deriva dal termine inglese bespeak, “ordinare di fare”), nasce in un ambito puramente artigianale e ha una lunga storia che affonda le radici nel passato della moda di secoli fa.
Il taglio sartoriale non prende spunto da modelli già presenti in commercio, ma si basa sulla completa libertà e immaginazione di chi andrà a indossarlo. È quindi indispensabile rivolgersi a un sarto professionista, il quale utilizzerà metodi più tradizionali e, di conseguenza, meno rapidi rispetto ad altri tipi di abiti.

A differenza dell’abito su misura, quello sartoriale richiede infatti più misurazioni e prove proprio come per l’abito da sposa: il sarto non si limita a prendere misure da un cartamodello standard, ma prende nota di ogni dettaglio della fisicità del cliente.

La varietà di tessuti di un taglio sartoriale è, inoltre, maggiore e alcuni sarti consentono la realizzazione di stoffe completamente personalizzate o di prestigio come il loden.
Di conseguenza la lavorazione di un abito sartoriale diviene una vera e propria collaborazione tra cliente e sarto, i quali “realizzano insieme” il capo, così da ottenere la migliore esperienza d’acquisto possibile.

Quanto costa un abito sartoriale?

Il costo di un abito sartoriale sarà chiaramente maggiore rispetto a un capo su misura, così come il processo di confezione che può arrivare a richiedere fino a 5/6 incontri per ottenere la vestibilità desiderata.
A incidere sui prezzi saranno sicuramente la scelta della stoffa, ma anche il sarto a cui ci si rivolge. Per un abito sartoriale si può arrivare a spendere in media 1500 euro, tuttavia i prezzi possono lievitare di molto. Alcuni tessuti possono costare anche 2000 euro al metro quadro.
Questo tipo di vestito risulta, quindi, molto più costoso. Ma il risultato è quello di un abito unico nel suo genere che, se realizzato con materiali di qualità, può durare una vita intera.

Potrebbero interessarti anche