1. Home
  2. Motori
  3. Carrozzerie

Testata del motore bruciata: quanto costa la sostituzione?

Quanto costa sostituire la testata del motore bruciata e quali sono i sintomi cui fare attenzione per capire quando intervenire

Carrozzerie

Rifare la testata del motore bruciata è tra le operazioni di manutenzione più costose che la propria auto possa richiedere. L’intervento richiesto riguarda nello specifico la guarnizione, sita tra il blocco motore e la testata. Non si tratta di una sezione sottoposta a regolare manutenzione meccanica, il che vuol dire procedere alla sostituzione soltanto quando davvero necessario.

Testata motore bruciata: sintomi

La sostituzione della testata del motore avviene qualora si sviluppino delle perdite che portano il refrigerante del motore a penetrare internamente o esternamente. Nel primo caso potrebbero verificarsi ulteriori danni, con il liquido che andrà a bruciarsi nelle camere di combustione.

Svariati i sintomi di una testata di motore bruciata, come ad esempio la presenza del refrigerante nell’olio del motore. Al tempo stesso ci si potrebbe ritrovare nell’impossibilità di avviare la propria auto, o magari individuare delle perdite di olio per auto. Avere cura della propria auto vuol dire ascoltarne le indicazioni in fase di guida. Se la temperatura è più alta del solito e risulta esserlo in maniera costante, ciò potrebbe indicare un basso livello del liquido di raffreddamento. Ciò può dipendere da svariati motivi, anche una semplice perdita ma, nel peggiore dei casi, il surriscaldamento del mezzo potrebbe derivare da una guarnizione della testata ormai da sostituire che può essere segnalata anche dalla spia motore accesa. Un ulteriore caso è invece quello del fumo bianco che fuoriesce dal gas di scarico.

Testata motore bruciata: i prezzi per la sostituzione

La sostituzione della testata del motore ha prezzi particolarmente elevati. Si tratta infatti di quel tipo di intervento che nessun automobilista vorrebbe dover fronteggiare. È però un’eventualità non così remota nel caso in cui si guidi un veicolo con più di 10 anni. Uno dei rischi di chi acquista auto usate, non conoscendone esattamente lo stato di usura.

Il costo medio per questo tipo di riparazione prevede un ventaglio economico tra i 1200 e i 1600 euro. Non si tratta però di un tariffario fisso, considerando come alcune auto, con al loro interno dei motori di piccole dimensioni, potrebbero richiedere un costo minimo di 600 euro. Qualora il proprio veicolo rientri in categorie di motorizzazione particolari, la quota massima da versare potrebbe comportare anche un esborso di ben 2500 euro.

La sola guarnizione può vantare un costo di appena 10 euro per un motore di piccole dimensioni a 4 cilindri, arrivando fino a 400 euro per una testata motore speciale, in riferimento a veicoli dalle elevate prestazioni. Per operazioni di questo genere è necessario rivolgersi a dei tecnici specializzati, considerando come la sostituzione della testata motore comporti la rimozione di una sezione ingente del motore, il che comprende anche alcuni accessori.

Una volta ricomposto il motore, ci si dovrà assicurare che tutto sia sincronizzato perfettamente. Se ciò non dovesse avvenire, si rischierebbero infatti danni maggiori. Un processo lento e complesso, che porta ovviamente a un aumento della quota relativa alla manodopera. Se si opera su un’auto datata, ci si ritroverà molto spesso dinanzi alla necessità di sostituire alcuni degli elementi rimossi, ormai logori. È bene sapere dunque che il costo medio preventivato inizialmente dal proprio meccanico di fiducia potrebbe aumentare.

Potrebbero interessarti anche