1. Home
  2. Food
  3. Mangiare bene

Trota salmonata: cos'è e come cucinarla al meglio

La trota salmonata, da non confondere con il salmone, è un pesce eccellente e nutriente da portare a tavola, ecco quali sono le sue caratteristiche e altri consigli

Mangiare bene

La trota (la salmo trutta), il tipo più classico rispetto alla trota salmonata, è un pesce semi-grasso che viene pescato in Nord America, Africa e Asia settentrionali e in Europa. La specie si presenta con il corpo allungato, la testa conica e una bocca abbastanza grande. La superficie della pelle è ricoperta di scaglie e il colore specifico dipende da dove vive. Le sottospecie di trota classica sono diverse, ma quella salmonata non è classificabile come una di queste, ma solo una trota con un colore della carne più rosato-arancione.

Tale caratteristica è data da una dieta a base di carotenoidi. Di norma si tratta di mangimi con farine di gamberi, ma anche in natura assume questo colore in alcune zone quando si nutre di particolari crostacei. Questo tipo di alimentazione è comunque naturale: questo è importante sottolinearlo perché qualcuno potrebbe pensare che la trota salmonata fa male, ma non è così.
Anche se molto spesso le persone tendono a preferire pesci di mare, in realtà bisognerebbe rivalutare anche le specie di acqua dolce che sono più economiche e hanno talvolta anche proprietà nutrizionali migliori.

Trota salmonata o salmone?

Anche se il colore della carne potrebbe trarre in inganno, salmone e trota salmonata sono due prodotti molto diversi fra loro, benché comunque gustosi entrambi.

Il salmone è un pesce, tra i pesci più pregiati, tipico dei mari freddi del Nord che per 100 g ha 170 calorie di cui 20% di proteine e 10% di grassi Omega 3.

La carne di trota salmonata ha 47 calorie per 100 g, di cui 14,7% sono di proteine e 3% di grassi buoni Omega 3, con un apporto basso, quindi, di colesterolo. A fronte del minor apporto calorico diversi potrebbero quindi preferire la meno calorica trota.
Oltre a questo essa è ricca di minerali come zinco, ferro, fosforo, iodio capaci di coprire buona parte del fabbisogno giornaliero. Questo pesce, oltre a queste proprietà eccellenti, è facilmente digeribile e quindi adatto anche a particolari consumatori come possono essere i bambini (con qualche trucchetto non è difficile far mangiare loro il pesce!), gli anziani e le donne in stato interessante. Il prezzo più accessibile rispetto ad altri pesci, compreso il salmone, ne fa un ottimo piatto da consumare periodicamente.

La trota in cucina: qualche consiglio

Questo tipo di pesce è eccellente e molto gustoso e ci sono diversi modi per portarlo a tavola. Come cucinare la trota salmonata per valorizzarne al massimo il sapore? Il meglio di sé questo pesce lo dà sicuramente alla griglia, in padella o al forno perché il suo gusto così si abbina a una leggera doratura superficiale che rende la pietanza veramente golosa.

Accompagnata a varie tipologie di aromi e a contorni diversi garantisce sicuramente un successo a tavola. Per chi vuole una versione più salubre, la trota salmonata è ottima anche al vapore o al cartoccio: mantiene un ottimo sapore e non richiede alcun tipo di condimento come olio EVO, burro o simili. Meno diffuse, ma si associano perfettamente con la trota salmonata: le affumicature e le fritture. Poco si abbinano, invece, cotture lunghe e l’associazione con sughi.

Potrebbero interessarti anche