1. Home
  2. Food
  3. Idee per la spesa

Spesa settimanale: cosa comprare per una famiglia di 4 persone?

Una famiglia di quattro persone può fare la spesa una volta alla settimana? Abbiamo fatto una lista di cosa non deve mai mancare in dispensa

Idee per la spesa

Non tutti i nuclei familiari hanno ha possibilità di fare la spesa più volte durante l’arco della settimana. Fare un’unica spesa al supermercato può sembrare una soluzione pratica che fa risparmiare tempo, ma ci sono molte insidie di cui, il consumatore attento, dovrebbe tenere conto mentre acquista. Tuttavia, è assolutamente possibile fare una spesa settimanale per quattro persone con soli 50 euro seguendo poche semplici regole.

In questo articolo abbiamo selezionato alcuni trucchi fondamentali per evitare i grossi sprechi e acquistare solo il necessario.

Lista della spesa per una settimana: preparazione al supermercato

Pianificare la lista della spesa perfetta per 4 persone può sembrare una missione impossibile. E se non ci si organizza come si deve, in effetti, lo è! Quante volte capita di andare al supermarket con la ferma intenzione di comprare sei uova, e rientrare due ore dopo con 100 euro di spesa e niente uova? Il segreto per evitare queste sgradevoli evenienze sono l’organizzazione e la preparazione.

Innanzitutto è opportuno separare la spesa “grossa” da quella settimanale. La spesa grossa si fa una volta al mese, o anche meno, e serve per comprare tutti quei beni a lunga conservazione che dureranno per molto più di una settimana. Questa spesa, che dovrebbe essere fatta (nel limite delle possibilità) durante sconti o promozioni, va accostata alla regolare spesa per i beni di consumo, a scadenza e di prima necessità.

In particolare, quando ci si appresta a uscire di casa per fare la spesa settimanale per 4 persone occorre prestare attenzione alle seguenti cose:

  • Mettere qualcosa nello stomaco. Fare la spesa da affamati, soprattutto quando si vuole fare attenzione allo scontrino, è la cosa più sbagliata. Facciamo la spesa con la pancia piena e il portafoglio ne sarà più che grato.
  • Controllare i volantini dei vari supermercati. È ormai prassi, per molte famiglie, recarsi in almeno due o tre supermercati ogni settimana. L’obiettivo è quello di cercare il prodotto migliore al prezzo e all’offerta più conveniente, senza rinunciare alla qualità o ai beni di prima necessità. I volantini aiutano il consumatore a capire se, quella settimana in particolare, c’è qualcosa di interessante che potrebbe modificare il menù dei giorni a venire. Il volantino ci permette inoltre di avere un primo confronto sui prezzi da un supermercato all’altro.
  • Non pianificare un menù settimanale. Potrà sembrare controintuitivo, ma programmare ogni pasto della settimana è un progetto che funziona per pochi e, in generale, per poco tempo. L’imprevisto è sempre dietro l’angolo, e se per coincidenza dovesse saltare una cena, o un pranzo, per imprevisti o malesseri, si finirebbe per sprecare molto cibo.
  • Scrivere la lista della spesa. Che si utilizzi un foglio di carta o un app digitale sullo smartphone per la spesa condivisa in famiglia, è importante suddividere la spesa in base al supermercato dove si acquisteranno i vari prodotti. Per i veri appassionati di liste della spesa, si consiglia di suddividere la lista anche in base al reparto, in modo da risparmiare denaro e anche tempo.
  • Verificare dispensa e frigorifero. I prodotti che vogliamo acquistare sono effettivamente sul punto di terminare? Un occhio di riguardo anche per le date di scadenza, sia a casa che al supermercato. Se vogliamo fare un acquisto perché duri a lungo (come ad esempio delle scatolette di tonno sott’olio), facciamo bene attenzione alla data sulla confezione. Solitamente, i supermercati conservano i prodotti con data di scadenza più lontana sul fondo della scansia.

Spesa settimanale a 50 euro, per quattro persone: è possibile?

Su internet esistono molte teorie che prevedono una lista della spesa settimanale a 50 euro, tutto compreso, per una famiglia di quattro persone con due bambini già svezzati. La lista comprende soprattutto scatolame, pasta, sugo di pomodoro, latte, uova, biscotti e caffè e non tiene in considerazione i possibili tranelli del shelf marketing. La verità è che si tratta di un’ottima lista d’emergenza per tutti coloro che stanno attraversando un periodo difficile, ma che non porterà molta varietà sulla tavola. Ecco un esempio di lista della spesa che, se fatta in un supermercato economico, ci farà spendere meno di 50€ a settimana:

  • Pasta: 4 kg;
  • 3 confezioni di latte da 1 litro;
  • Un pacco di biscotti secchi;
  • Due confezioni da 6 uova;
  • Una bottiglia di salsa di pomodoro;
  • Un vasetto di pesto alla genovese;
  • Una confezione di pancetta affumicata;
  • Affettato o formaggi in busta;
  • 1 sacchetto di patate;
  • 2 kg di banane
  • 1 kg di mele;
  • 2 cespi in salata;
  • 1 kg di zucchine;
  • 1 confezione di piselli surgelati;
  • 4 fette di petto di pollo;
  • 4 fette di arrosto o hamburger;
  • 1 confezione di tonno al naturale.

Potrebbero interessarti anche