1. Home
  2. Food
  3. Mangiare bene

Pane azzimo, senza lievito e più digeribile

Il pane azzimo accompagna spuntini leggeri e croccanti da gustare in comitiva o davanti alla tv. È un pane particolare con una storia millenaria. Scopriamolo insieme

Mangiare bene

Il pane azzimo è un alimento privo di lievito e agenti lievitanti, dalla consistenza leggera e croccante. Molto diffuso nella cucina araba ed ebraica, questo è il primo pane di cui si hanno notizie storiche. La sua nascita è legata agli inizi della trasformazione dei cereali. Era, infatti, preparato solo con acqua e farina, e cotto alla buona, su cenere o pietre roventi. Con il passare del tempo, alla ricetta base sono stati aggiunti ingredienti come olio extravergine, sale e aromi. È, però, l’assenza di lievito a renderlo molto interessante perché digeribile e indicato per tutti quelli che soffrono di intolleranze a questo tipo di ingredienti.

Un pane speciale per chi soffre di gonfiore addominale

La principale proprietà del pane di azzimo è la mancanza di lievito. Ciò fa in modo che esso sia più digeribile rispetto a un pane normale, assumibile anche da chi ha problemi di digestione dovuti ai lieviti. Questo pane, quindi, si sceglie quando si è alla ricerca di una soluzione salutare ma, al tempo stesso, gustosa. L’assenza di fermentazione, infatti, lo rende croccante: un compagno sfizioso che esalta il sapore di salse e salumi o insaccati. Ideale anche con l’aperitivo, sostituisce, in modo genuino, due classici come patatine e arachidi ma con molti meno grassi e calorie.

Pane azzimo e dieta

Ecco cosa dicono i valori nutrizionali del pane azzimo. 100 grammi di prodotto contengono:

  • calorie 370;
  •  carboidrati 87 grammi;
  • grassi 0,8 grammi;
  • proteine 11 grammi;
  • sale 1,20 grammi.

Le calorie del pane azzimo sono superiori a quelle di un pane fermentato tradizionale che, in media, ne ha 270. Ciò vuol dire che bisogna consumarlo con un occhio attento alla bilancia per evitare di esagerare con la quantità. Il suo contenuto calorico risente del fatto che esso ha meno acqua e, di conseguenza, maggiore è la concentrazione di farina. Poiché sono le fibre a fare la differenza, può risultare molto furba la scelta di sceglierlo a base di farina integrale. Il contenuto di fibre passa da 2,7 a 5 grammi, e così il senso di sazietà arriva ben prima.

Come prepararlo in casa con soli tre ingredienti

Il pane azzimo accompagna la storia dell’umanità da migliaia di anni. Da quando, cioè, l’uomo iniziò a diventare sedentario e a vivere dei frutti della terra. Da allora, questo pane non ha smesso di essere gustato con solo piccole modifiche nella sua preparazione. La ricetta base richiede l’impiego di farina e acqua cui ora aggiungiamo dell’olio. La combinazione esatta è:

  • 100 grammi di farina,
  • 70 ml di acqua,
  • un cucchiaino d’olio.

La lavorazione veloce prevede comunque un’ora di riposo in pellicola. Dopo, si cuoce sia a forno sia in padella, con una leggera differenza nel risultato che trova, nella prima cottura, un risultato più croccante.

Potrebbero interessarti anche