1. Home
  2. Food
  3. Dolci e gelato

Dolci tipici milanesi: quali sono i migliori da gustare?

Dolci tipici milanesi: quali sono i migliori della tradizione meneghina? Dal Panettone alla Torta Paesana un viaggio gastronomico (e calorico!) nelle leccornie lombarde più e meno conosciute nel mondo

Dolci e gelato

Non solo panettone artigianale, ma anche Pan De Mej, Charlotte alla milanese e torta Paesana: scopri tutti i dolci tipici milanesi in questo articolo.

I dolci tipici milanesi: una tradizione davvero golosa

Il panettone è sicuramente il più famoso dei dolci tipici milanesi, ma la pasticceria meneghina e lombarda è ricca di tante altre prelibatezze molto conosciute e annoverate tra i dolci tipici italiani: la colomba, il Pan De Mej e la sbrisolona. Non mancano poi delle specialità meno conosciute, ma non meno gustose, come la persicata.

Il panettone: il Re dei dolci milanesi

Da sempre considerato il dolce delle feste di Natale, il Panettone viene proposto tutto l’anno in diverse varianti. Il Re dei dolci milanesi è nato nel medioevo, anche se la sua forma caratteristica si deve ad Angelo Motta, che negli anni Venti avvolse il dolce nella carta paglia. Il panettone, come il Pandoro, è un prodotto da forno a pasta morbida e ha l’aroma tipico della lievitazione a pasta acida. Negli anni, i pasticceri hanno proposto diverse versioni del panettone: glassato, con o senza canditi, ripieno di crema, gelato o cioccolato. Tutte squisitezze da gustare nelle feste natalizie!

La colomba: dolce tipico lombardo della Pasqua

La colomba è un dolce tipico lombardo che si differenzia dal panettone per la forma e la glassa. La sua forma simboleggia la pace e l’amore. L’impasto è molto semplice e viene sottoposto a tre lievitazioni.

Il Pan De Mej

Il nome mej deriva dalla parola miglio, farina che fino al XVII secolo si usava nella panificazione e nella preparazione dei dolci, fino al momento in cui venne sostituita dalla farina di granturco. Questo dolce veniva preparato tradizionalmente il 23 aprile per celebrare S. Giorgio, come buon auspicio per una stagione fertile.

Sbrisolona

Nata nel Cinquecento come dolce povero a base di farina di mais, farina bianca e zucchero, con l’avvento dei Gonzaga sono state aggiunte mandorle o nocciole tritate, che non potevano mai mancare sulle tavole dell’aristocrazia medioevale e rinascimentale.

Persicata

Con la persicata facciamo un salto nella tradizione bresciana. Questo dolce è stato inventato dai contadini locali per ricordare durante l’inverno il gusto dei frutti estivi. Si tratta di una confettura a base di pesche e zucchero, che diventa così densa da poter essere tagliata in piccoli parallelepipedi, poi ricoperti di zucchero. Questo dolce era molto apprezzato da Gabriele d’Annunzio.

Charlotte alla milanese

Si tratta di una torta a base di mele tagliate a spicchi e fatte cuocere in vino bianco, zucchero e scorze di limone, a cui vengono aggiunti successivamente uvetta e canditi. L’impasto viene inserito in una fodera di pane raffermo nel tipico stampo e il tutto lasciato cuocere in forno e irrorato di rum.

Torta Paesana

Conosciuta anche come torta di latte, è un dolce povero nato per riutilizzare il pane secco, che veniva lasciato in ammollo una notte intera nel latte. Oggi viene preparata con cioccolato e frutta secca.

Se ti abbiamo ingolosito con tutte queste leccornie, non ti resta che cercare su Internet la pasticceria più vicina a te dove acquistare dei buonissimi dolci tipici milanesi.

Potrebbero interessarti anche