1. Home
  2. Food
  3. Bar e caffè

Birra IPA: da dove viene e come abbinarla al cibo

La birra IPA è tra le più note e richieste da qualche anno a questa parte. Scopriamone caratteristiche organolettiche e abbinamenti con il cibo

Bar e caffè

Una buona bevuta è ancora più buona se conosciamo che cosa stiamo gustando. Impariamo in questo articolo il significato e le origini della Birra IPA.

Birra IPA: origine e significato

IPA è l’acronimo di India Pale Ale. E’ un prodotto artigianale inglese destinato alle colonie indiane all’inizio del 1800. Questo tipo di birra presenta una elevata componente di luppolo in quanto doveva affrontare un viaggio molto lungo e per questo doveva essere ben conservata. Le Pale Ale sono birre che necessitano di alte temperature per la fermentazione (tra i 15 e i 25 gradi).

Caratteristiche della Birra IPA

La birra IPA si riconosce dagli altri tipi di birre per il gusto amaro ed erbaceo, tipico dei luppoli inglesi. Si aggiungono note fruttate e un sapore secco che viene bilanciato dall’impiego di malti caramellati tipicamente inglesi. Il colore è molto chiaro, ramato e la schiuma è compatta e persistente. Il tasso alcolico supera i 7° e raggiunge i 9,5° nelle versioni Imperial IPA e Double IPA.
Un’altra interessante caratteristica della Birra IPA sono le calorie. Secondo le tabelle nutrizionali sono almeno 51 Kcal per 100 ml. Niente paura, vi basta salire le scale con le borse della spesa e potete già riempirne un altro bicchiere! In sostanza è paragonabile al succo di frutta o al succo di carota se prendiamo in considerazione una birra più “comune” che scende a 36 Kcal. Inoltre, un buon vino possiede molte più calorie della birra in generale, parliamo di una media di 700 Kcal per litro.
Il tasso alcolico incide molto sull’apporto calorico, nella birra sono presenti anche zuccheri che variano in base al livello di fermentazione. Maggiore è il numero degli zuccheri, maggiore sarà il grado alcolico. Potremmo quindi sfatare il mito della birra che fa ingrassare, ma ovviamente sappiamo benissimo che è la quantità a fare la differenza.

Altri tipi di birre

Birra APA: si distingue dalla provenienza dei luppoli, ovvero l’America (American Pale Ale).
Questo tipo di birra è una variante delle IPA e ne prende ispirazione. Il grado alcolico è più basso, raggiunge al massimo i 6°, l’aspetto ha un colore dorato e la schiuma è più densa. Il gusto delle birre APA è più fruttato e meno caramellato rispetto alle birre IPA, più in linea con i gusti della popolazione d’oltreoceano.

Abbinamento con il cibo

Così come per il vino, anche la birra può essere abbinata a diverse pietanze (e non solo la pizza napoletana o romana!). E’ preferibile gustare la Birra IPA con portate mediamente strutturate o sentori particolari, come l’affumicato. Naturalmente ben si sposa alla cucina tradizionale americana: sì a patatine fritte, hamburger e carne cotta sul barbecue.
E’ ottima anche con formaggi di media stagionatura e salumi.

Potrebbero interessarti anche