1. Home
  2. Bellezza
  3. Tatuaggi e piercing

Tattoo storytelling: tutto su uno dei must have del momento

Recentemente si sta diffondendo sempre di più la moda del tattoo storytelling: un modo originale per raccontare qualcosa. Scopri qui di cosa si tratta

Tatuaggi e piercing

“I tatuaggi bisogna «soffrirli». Dopo aver vissuto qualcosa di particolare, lo si racconta tramite il tatuaggio come in una specie di diario.” (Nicolai Lilin)

Come gli orecchini impreziosiscono i lobi delle orecchie e un taglio di capelli originale rende allegro il tuo stile, anche i tatuaggi decorano la pelle e si imprimono in essa rendendola originale.

I tatuaggi sono il modo più spontaneo di raccontare la nostra storia senza parlare. Un immagine che ci rappresenta come un piccolo fiore o una rosa potrebbe simboleggiare il nostro lato più romantico, mentre un tatuaggio dallo stile tribale potrebbe esternare un nostro aspetto più libero e selvaggio.

Qualunque cosa vogliamo raccontare, un tatuaggio rappresenta la parte più intima di noi stessi. A confermarlo è anche una moda che sta impazzando negli ultimi anni. Il tattoo storytelling è il trend che tutti, giovani e meno giovani vorrebbero seguire. Da Johnny Depp, a Fedez, alla sexy Angelina Jolie, all’iconica Madonna, il tatuaggio non è mai passato fuori moda e non accenna a fermarsi.

Scopriamo in cosa consiste il tattoo storytelling e come valorizzare al meglio la narrazione della tua vita attraverso i tatuaggi.

Dipingere la pelle con i tatuaggi: una storia che parla di te

Se da una parte pitturare la tua pelle con uno o più tatuaggi può essere divertente ed estremamente cool, dall’altro lato non possiamo dimenticare che tatuare la nostra pelle è un evento prima di tutto personale. Non si tratta semplicemente di cambiare un vestito o ancora un paio di scarpe, ma di marchiare in modo indelebile la tua pelle, pertanto la scelta del tatuaggio deve essere una scelta di testa prima ancora che di cuore.

Il primo consiglio è quello dunque di evitare di tatuare nomi di fidanzati o fidanzate se prima non c’è una storia solida alla base. Ricordati che anche gli amori idialliaci possono essere messi a dura prova dagli eventi più impensabili. Se proprio non puoi resistere e la tua relazione non dovesse essere andata a buon fine, puoi correggere in corso d’opera il tuo tatuaggio o rimuoverlo successivamente, non senza però alcuni sacrifici. Diverso invece il discorso per il tatuaggio mamma-figlia.

Tattoo blackwork: uno stile dark adatto ai più audaci

Lo ying e lo yang, il bene e il male, l’amore e l’odio, il bianco e il nero. Il tattoo blackwork rispecchia in pieno questa antica sovrapposizione di contrasti. Macchie di nero spiccano eleganti su ogni singolo elemento del corpo. Ma non dobbiamo minimamente pensare che il nero sia sinonimo di privo di luminosità.

Al contrario il nero può essere esaltato maggiormente se accostato con l’immancabile bianco o illuminato con delle decise note di colore. Colorare grandi spazi di nero non è affatto semplice e un consiglio rimane sempre quello di scegliere attentamente il proprio tatuatore di fiducia che si prenda cura della tua pelle e realizzi il tuo tatuaggio a regola d’arte.

Il tattoo storytelling invece è l’arte di raccontare i momenti più importanti della tua vita senza dire una sola parola. C’è solo una persona che può decidere che linguaggio deve parlare la propria pelle e non solo sicuramente le mode. Scegli di raccontare i momenti più importanti per te scegliendo i simboli che più ti rappresentano.

Non c’è uno stile più unico e chic di colui che sceglie di essere soprattutto sé stesso. Questa è l’essenza del tattoo storytelling: un intreccio di immagini ed emozioni che insieme raccontano una storia. La tua storia.

Potrebbero interessarti anche