1. Home
  2. Bellezza
  3. Capelli

Sai come piastrare bene i capelli senza rovinarli?

Avere capelli lisci e lucenti è il sogno di molte, anche coloro che hanno i capelli ricci. Ma come scegliere la giusta piastra per capelli e come stirarli senza rovinarli?

Capelli

Avere capelli perfettamente lisci, lucidi, sani e splendenti è il sogno di molte donne che, per raggiungere questo obiettivo, ricorrono frequentemente all’uso di prodotti specifici, a trattamenti mirati dall’hair stylist di fiducia e all’uso della piastra.

La piastra, di per sé è uno strumento molto utile ed efficace per lisciare i capelli, oltre che veloce ed economico, ma a lungo andare tende a rovinare i capelli seccandoli e rendendoli più fragili, questo perché raggiunge facilmente alte temperature.

Come piastrare i capelli senza rovinarli?

Chi ha capelli ricci o mossi e desidera chiome effetto spaghetto, o chi ha capelli che si increspano facilmente al minimo accenno di umidità, nonostante i trattamenti più idonei per i ricci, non può proprio fare a meno della piastra e spesso la utilizza in maniera esagerata finendo per ottenere l’effetto contrario a quello desiderato, ovvero capelli bruciacchiati e ingestibili. Molto dipende dal tipo di capello che si ha: i capelli ricci sono senz’altro quelli più difficili da lisciare evitando di rovinarli perché la struttura del capello è difficile da domare, tuttavia con i dovuti accorgimenti è possibile piastrare qualunque tipologia di capigliatura.

Come scegliere e usare la piastra nel modo corretto

Per piastrare i capelli nel modo migliore, evitando di rovinarli, è importantissimo partire proprio dalla scelta della piastra giusta.
Al giorno d’oggi le piastre si sono evolute e sono diventate molto più sicure e tecnologiche, ma ciò non significa che sia più facile preservare le chiome dalle alte temperature a cui vengono sottoposte durante l’uso della piastra.
I modelli di piastra più evoluti sono dotati di trafile di tormalina e di un sistema che permette di raggiungere subito la temperatura desiderata mantenendola inalterata per tutta la durata dello stiraggio. Molte emettono anche ioni durante il loro utilizzo, perfetti per togliere l’elettricità dalle chiome e scongiurare velocemente l’odiato effetto crespo.

Dunque per stirare i capelli senza rovinarli occorre scegliere in primis una piastra tecnologica e dotata di questi elementi fondamentali per avere capelli lisci e in salute. Per piastrare i capelli senza rovinarli però è altrettanto importante il modo in cui viene usata la piastra.

Innanzitutto la piastra dev’essere sempre utilizzata esclusivamente sui capelli perfettamente asciutti e puliti, possibilmente dopo aver fatto lo shampoo ed averli asciugati bene con il phon.
Seconda cosa molto importante è quella di spazzolare i capelli con la giusta spazzola prima di piastrarli per evitare possibili nodi, passando la piastra una sola volta nel caso di capelli lisci e sottili; due o più volte, ma sempre senza insistere troppo per non bruciarli, nel caso di capelli più mossi e ricci.

Prodotti per proteggere i capelli dalla piastra: cosa usare

Una delle regole fondamentali quando si tratta di piastrare i capelli senza rovinarli è quella di utilizzare preventivamente sulle lunghezze un apposito prodotto termoprotettore. I prodotti termoprotettori sono fondamentali per mantenere i capelli in salute, ma anche per la buona riuscita dell’operazione di utilizzo della piastra perché arricchiti da sostanze che, mentre proteggono i capelli dal calore e ne facilitano la messa in piega, li nutrono con vitamine ed elementi essenziali che li rendono più lisci, lucidi e brillanti.

I prodotti per proteggere i capelli dalla piastra sono molteplici: in commercio si trovano soprattutto prodotti sotto forma di olio, spesso arricchiti con semi di lino e cristalli liquidi, ma anche con sostanze nutrienti e rigeneranti del capello come biotina o trattamenti alla cheratina.

Potrebbero interessarti anche