1. Home
  2. Bellezza
  3. Tatuaggi e piercing

Piercing naso: quanto costa e a chi sta bene

Vuoi farti un piercing al naso? Scopri se fa male, tutte le tipologie, quanto costa e quale gioiello indossare per valorizzarlo

Tatuaggi e piercing

Il piercing al naso è sicuramente una delle tipologie di piercing tra le più amate e diffuse: esistono in realtà diverse tipologie di piercing al naso, dal semplice foro sulla narice al famoso septum, diffusosi in particolare negli ultimi anni, fino ad arrivare al bridge, il piercing posto sulla radice del naso.

Ognuno di questi specifici piercing ha le sue particolarità e può dare più o meno fastidio al momento del foro: il piercing classico sulla narice sembrerebbe essere quello meno doloroso, a patto che venga realizzato a regola d’arte e cioè con l’ago sterilizzato e non con la pistola, metodo che andava di moda anni fa e che oggi si usa sempre meno in quanto considerato pericoloso.

Il septum, che deriva dalla tradizione indiana, è senz’altro leggermente più doloroso del piercing classico al naso, ma non più di tanto: in realtà questo tipo di piercing fa meno male di quanto si possa pensare, ma occorre che chi lo realizza sia davvero esperto e abbia una mano ferma e delicata.

Il bridge piercing, che va a posizionarsi nella fossetta che viene a crearsi tra fronte e naso, sembrerebbe essere per niente doloroso perché la pelle in questa zona del viso è poco sensibile.
In tutti e tre i casi occorre fare molta attenzione, in particolar modo per quanto riguarda il piercing alla narice: questo tipo di piercing al naso è quello con più alto rischio di infezioni e, in caso di problemi, anche con la guarigione più lenta.

Piercing al naso: a chi sta bene?

Ormai il piercing al naso, che si tratti del classico brillantino e anellino alla narice o del septum e del bridge, è sempre più diffuso sia tra gli uomini che tra le donne.
Non ci sono particolari controindicazioni estetiche per quanto riguarda il piercing al naso: in linea generale il piercing alla narice mette in risalto il profilo della persona, quindi occorre un caso abbastanza regolare e senza difetti eccessivi che verrebbero enfatizzati maggiormente.

Il septum sta bene a chi a un naso particolare, soprattutto se a patata, perché gli regala carattere e una certa verticalità. Il bridge sta bene a chi non ha gli occhi troppo ravvicinati e la fronte bassa, ma è consigliabile soprattutto a chi non indossa gli occhiali da vista, per motivi di praticità.
Infine il brillantino è la scelta più raffinata e diffusa, per il piercing al naso classico, mentre l’anellino è la scelta dei più giovani e anticonformisti.

Piercing al naso costo: qual è il prezzo?

Quanto costa un piercing al naso? Dipende come già detto dalla tipologia. Per un piercing classico sulla narice il costo oscilla intorno alle 50 euro; per realizzare un septum piercing il costo oscilla tra le 30 e le 60 euro.
Il costo del bridge piercing si attesta mediamente sulle 50 euro.

A questi prezzi occorrerà ovviamente aggiungere il costo del gioiello che verrà inserito e che, a seconda del materiale, può venire a costare dalle 2 euro fino alle 40 per i gioielli più preziosi o comunque anallergici.

Potrebbero interessarti anche